Itinerari di Luce, nuova installazione Una cascata sulla sede del Creberg

Itinerari di Luce, nuova installazione
Una cascata sulla sede del Creberg

Dopo l’accensione del «Gomitolone» di Piero Castiglioni in Piazzale Alpini, la distribuzione degli Uomini della Luce nei negozi del Centro e e dei Borghi, nel percorso di posa delle grandi installazioni sabato 11 luglio 2015, un nuovo tassello luminoso si è aggiunto al progetto Itinerari di Luce.

Il progetto è stato pensato dal Distretto del Commercio Bergamo Centro e sostenuto da Ubi Banca e Fondazione Credito Bergamasco, per accompagnare la città di Bergamo lungo tutto il periodo di Expo 2015.

Protagonista, il palazzo storico della Fondazione Credito Bergamasco la cui facciata è

La cascata di luce al Creberg

La cascata di luce al Creberg

stata illuminata da una nuova, brillante, installazione. Una vera e propria cascata di luce, suggestivo esempio di creatività e bellezza che con l’inaugurazione della mostra «Alfa e Omega, L’Anteprima», dedicata allo scultore Ugo Riva, ospitata proprio nel palazzo della Fondazione Creberg e in concomitanza con Art2Night, la seconda Notte Bianca dell’Arte in città, per ricreare uno scenario di incantevole unicità, tra immagini d’autore, passaggi d’arte e suadenti fasci luminosi.

Intanto, compaiono grandi Uomini della Luce e grandi Sfere a firma di Catellani&Smith, noto light designer bergamasco. Opere installate in punti strategici della città, in piazza Pontida, Sentierone, via Tasso, piazza Carrara piazza S.Anna , Stazione ma anche all’area arrivi dell’aeroporto come in largo Colle Aperto, piazza Vittorio Veneto e Porta Nuova gli Uomini della Luce e le Sfere del Distretto Urbano del Commercio (grazie al sostegno di Ubi Banca e Fondazione Credito Bergamasco) rientrano nel progetto «Itinerari di luce», nato per creare percorsi dentro e fuori il centro dove il visitatore è guidato dalle installazioni luminose.

Le attività che ancora volessero adottare l’Uomo della Luce possono chiamare il Distretto al recapito 035- 218862 o inviare una mail a [email protected]


© RIPRODUZIONE RISERVATA