La storia del beat arriva al Druso The Zombies per i 10 anni di Otis Tour

La storia del beat arriva al Druso
The Zombies per i 10 anni di Otis Tour

Due giorni di sano e puro rock’n’roll al Druso di Ranica dove venerdì e sabato va in scena la festa targata Otis Tour, agenzia di booking Italiana che per l’occasione porta in Italia i The Zombies, fiore all’occhiello della scuderia di Otis Tours.

L’agenzia taglia così il traguardo del decennale di attività e si conferma una garanzia per gli appassionati dei circuiti live di punk, garage e rock and roll: dieci anni che hanno portato la Otis Tours, nata da un’idea di due grandi appassionati di musica, il bergamasco Franz Barcella e lo spezzino Diego Clemente, ad acquisire una «reputation» a livello internazionale tanto da arrivare a gestire, per il Vecchio Continente, le date di band come Flamin’ Groovies, Dictators Nyc, Detroit Cobras, Radio Birdman e CJ Ramone.

Il concerto degli Zombies al Druso è soltanto l’evento clou di una due giorni di festeggiamenti che porterà nel club di Ranica, sempre venerdì sera, Coco Hames, più uno showcase di The Magnes, Miss Chain & The Broken Heels, Il Buio e Elli de Mon. Tante band che si alterneranno prima di lasciare spazio ai The Zombies, la seconda band britannica, seguendo niente meno che i Beatles, a raggiungere la prima posizione nelle chart Americane dopo aver conquistato quelle britanniche con il primo singolo «She’s Not There» che univa l’immediatezza tipica del pop anni Sessanta e della «British Invasion» a melodie più articolate.

Sabato 27 sarà invece la volta dei Radio Birdman: i pionieri di quella leggendaria scena rock’n’roll Australiana nata nella seconda metà degli anni Settanta, tornano finalmente in Italia con la formazione originale e cioè Rob Younger, Deniz Tek e Pip Hoyle, insieme al bassista Jim Dickson , già al lavoro da anni con la band. Prima di loro la festa della Otis Tour porterà sul palco Derv Gordon degli Equals, i liguri The Peawees, King Mastino, The Leeches e So What. In entrambi i giorni le porte apriranno alle ore 19 (l’ingresso giornaliero è di 28 euro). Sabato, alle ore 16, ad anticipare la festa all’Edonè di Redona la premiere italiana del documentario «Descent into the Maelstrom» e il concerto acustico di Deniz Tek.


© RIPRODUZIONE RISERVATA