Lunedì 10 Aprile 2006

«Pinocchio Nero» a teatro

Farà tappa al teatro Donizetti la tournèè di «Pinocchio Nero», lo spettacolo (proposto nell’ambito di «Tracce straniere» legate alla rassegna di Altri Percorsi) che Amref Italia e il teatro delle Briciole ripropongono dopo il grande successo di critica e di pubblico della passata stagione. Si tratta di un adattamento teatrale della famosa favola di Collodi che sarà portato in scena mercoledì 26 aprile alle 21 da venti ex-ragazzi di strada di Nairobi, ex Chokora, ovvero spazzatura, così come sono chiamati i ragazzi di strada.
I biglietti saranno messi in vendita da domani martedì 11 aprile fino a venerdì 21 aprile (ad esclusione del 15, 16 e 17 aprile) alla biglietteria del teatro Donizetti che sarà aperta al pubblico dalle 13 alle 19.30. Inoltre anche mercoledì 26 aprile sarà possibile acquistare i biglietti dalle 13 alle 21. (per informazioni: 035/4160602; 035/4160614; 035/4160622)

Costo del biglietto: da 15 a 10 euro.
Pinocchio nero può essere considerato come un esperimento di “solidarietà artistica tra Marco Baliani, che firma la regia dello spettacolo, AMREF Italia e Teatro delle Briciole-Teatro Stabile di Innovazione: un esperimento che ha incantato oltre 25 mila spettatori in sole 16 repliche nel corso del 2005, e che ha permesso a un gruppo di giovani di lasciare una vita fatta di stenti e di privazioni. Dopo il tutto esaurito registrato a Parma, Milano, Bologna, Firenze e Roma, AMREF Italia e il Teatro delle Briciole riportano sul palcoscenico i giovani di Nairobi con l’organizzazione di un Tour che ha debuttato ad Amsterdam il 9 aprile e per poi partire alla volta di Genova (Teatro Archivolto 20/22 aprile). Dopo la tappa bergamasca, il tour arriverà anche a Perugia, al Teatro Morlacchi il 29 aprile. Un’occasione importante per dare una dimensione internazionale a uno degli spettacoli italiani più applauditi dell’anno e per accendere i riflettori, anche in Europa, sul fenomeno drammatico dei ragazzi di strada. Perché Pinocchio Nero European Tour offrirà un’originale occasione di incontro e di riflessione sull’Africa, e sull’importanza del teatro e dell’arte.

(10/04/2006)

e.roncalli

© riproduzione riservata