Mercoledì 04 Luglio 2012

Lavia, Placido, Barbareschi
Al «Donizetti» la grande prosa

La grande tradizione teatrale di tutti i tempi, i nomi che hanno fatto e che fanno grande la storia del teatro italiano, i temi legati all'impegno sociale e civile, alle difficoltà e al male di vivere: questi gli ingredienti che caratterizzeranno la Stagione di Prosa e Altri Percorsi che il Teatro Donizetti presenta al proprio pubblico per l'anno artistico 2012-2013.

Ancora una volta si conferma la scelta di articolare la Stagione in Prosa Maggiore, da un lato, e Altri Percorsi, dall'altro. Altresì confermata la scelta, operata per la prima volta nel 2011, riconfermata nel 2012, di collocare parte della stagione di Altri Percorsi al Teatro Sociale, location definitivamente restituita alla Città dopo un importante intervento di restauro, ed ora veramente attiva.

Tradizionale il numero dei titoli della Stagione di Prosa, 9 come in passato. Saranno invece 5 i titoli degli Altri Percorsi 2012-2013 che, come detto poc'anzi, collocati in parte al Teatro Sociale di Città Alta, andranno a legarsi all'ampia ed altrettanto articolata serie di eventi e rassegne, che hanno trovato sede nello stesso Sociale, divenuto Casa delle Arti. Con il pensiero rivolto al proprio pubblico, certamente uno dei punti di forza del Donizetti, che da sempre segue le Stagioni del nostro maggior Teatro, l'Assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune di Bergamo, la Direzione del Teatro e la Direzione Artistica hanno voluto costruire, anche per il 2012-2013, un cartellone capace di coniugare la grande tradizione del Teatro classico ora con le novità che l'agone teatrale del momento offre, ora con le possibilità offerte dal linguaggio teatrale di declinare in modo nuovo, originale, contemporaneo i grandi testi di quella stessa tradizione.

Entriamo nel dettaglio. Nove, come s'è detto, i titoli della Stagione di Prosa “maggiore”. Di questi, sei saranno spartiti a dittico, a comporre i due Carnet Blu (Il discorso del re, Servo di scena e L'affarista) e Verde (Le troiane, Il nipote di Rameau, Gin Game); Carnet che lo spettatore potrà completare a proprio piacimento scegliendo un ulteriore titolo tra quelli proposti (vale a dire tra Tutto per bene, Re Lear, Due di noi); Carnet pensati per rispondere alle richieste e agli interessi di un pubblico che va vieppiù diversificandosi. I grandi protagonisti della scena teatrale e televisiva italiana saranno gli attori della nuova stagione di Altri Percorsi: cinque appuntamenti, due dei quali gli spettatori potranno scegliere di inserire nei Carnet “misti” Blu e Verde Plus, che abbineranno quattro titoli della Stagione di Prosa (tre fissi più uno a scelta come indicato sopra) a due titoli appunto della rassegna Altri Percorsi (Nel nome del padre e Acqua dolce).

Infine il tradizionale abbonamento Fedeltà che permetterà agli “storici” abbonati del Donizetti di assistere a tutti gli spettacoli in cartellone. Previsto, naturalmente, anche un abbonamento all'intera stagione di Altri Percorsi.

a.ceresoli

© riproduzione riservata