Lunedì 23 Gennaio 2012

Le proiezioni all'Orobie Film Festival
In scena l'alpinismo, la natura e il Wwf

Prosegue Orobie Film Festival, manifestazione sul mondo della montagna e la cinematografia ad essa associata, che si è tenuta domenica 22 gennaio al Centro Congressi Giovanni XXIII di Bergamo. Lunedì 23 gennaio, l'Associazione Italia-Tibet, organizzazione indipendente senza scopo di lucro, fondata nel 1988 e che si propone di sostenere il lavoro del Dalai Lama, propone una serata dedicata al celebre orientalista Fosco Maraini nel centenario della sua nascita.

Viene presentata l'importante figura di Fosco Maraini, uomo di cultura e appassionato alpinista, attraverso la testimonianza di collaboratori e amici, tra cui la seconda moglie Mieko Maraini, il Presidente dell'Associazione Italia-Tibet, documentarista, reporter e scrittore, Claudio Cardelli, Yutaka Tani, membro del Cai Alpino Giapponese, con cui quarant'anni fa fece l'attraversata del Monta Bianco e Gianni Fodella Professore universitario, con cui ha collaborato per la pubblicazione di alcune opere sul Giappone. Verranno proiettati il suo primo corto degli anni '30 sull'Abetone e altri rari filmati.

La serata prevede anche la proiezione dei film in concorso Lo scrigno delle meraviglie di Luigi Cammarota, Da 0 a 8000 la montagna di Daniele di Stefano Ardito e Le vie dell'argento – paradiso e inferno di Massimo Belluzzo.

Martedì 24 gennaio si assisterà invece alla presentazione del Progetto strategico Vetta– Regione Lombardia, che ha lo scopo di migliorare il sistema dell'offerta turistica nelle valli attraverso lo sviluppo di progetti pilota. In particolare verranno illustrate le attività sui Rifugi presenti in Regione Lombardia. Inoltre sarà ospite del Festival il Presidente di Cipra Italia, Oscar del Barba che presenterà la «Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi» nata nel lontano 1952 con l'obiettivo della protezione dell'ecosistema e dello sfruttamento sostenibile dello spazio alpino.
Ci sarà come sempre spazio alla proiezione dei film in concorso: Tra valli e picchi di Claudio Cardelli; Le monde de Gaston Rebuffat di Gilles Chappaz; The Bale Mountains National Park di Steve Doschner e Michael Fiebrig, Apuane le montagne d'acqua di Valter Torri.

Mercoledì 25 gennaio è invece prevista la presenza del Wwf con un intervento di approfondimento da parte di Mauro Belardi e di Carlo Frapporti sul tema dell'importanza del ritorno dell'orso nelle nostre valli e della salvaguardia dell'ambiente montano.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata