Molte fedi: il pianista iraniano Bahrami illumina il 1° incontro sul tema della croce

Molte fedi: il pianista iraniano Bahrami
illumina il 1° incontro sul tema della croce

Con il maestro Ramin Bahrami si è aperta «Lignum Vitae-Dalla croce un nuovo inizio», la sezione di Molte fedi sotto lo stesso cielo composta da quattro incontri sul tema della croce, tutti programmati per le 20,30 nella chiesa di Paderno.

Il pianista iraniano è stato ospite nella serata di giovedì 15 ottobre e ha proposto «La passione secondo Matteo di Johann Sebastian Bach» nella versione del maestro Claudio Abbado, spiegandola e interagendo con il folto pubblico presente (biglietti esauriti per la serata).

In apertura il maestro Maria Luisa Veneziano, laureata in pianoforte principale con specializzazione nel repertorio organistico francese dell’Ottocento e Novecento e prima organista donna ad accompagnare l’animazione liturgica durante le messe papali dai tempi di Palestrina, ha suonato due brani per organo.

Il pianista iraniano Ramin Bahrami

Il pianista iraniano Ramin Bahrami
(Foto by Gian Vittorio Frau)

I prossimi incontri della sezione sono: giovedì 22 ottobre «La croce nell’arte. Una rilettura teologica» con il gesuita Andrea Dall’Asta, giovedì 29 ottobre «La passione nel cinema, da Dreyer a Gibson» con Guido Bertagna e venerdì 13 novembre, «La passione secondo il Vangelo di Giovanni» con il priore di Bose, Enzo Bianchi.

Tutti gli eventi sono gratuiti, previo prenotazione del biglietto d’ingresso sul sito di Molte fedi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA