Molte fedi sotto lo stesso cinema La rassegna va sul grande schermo

Molte fedi sotto lo stesso cinema
La rassegna va sul grande schermo

Molte fedi sotto lo stesso cielo arriva al cinema. È ormai un appuntamento fisso per la rassegna culturale delle Acli provinciali di Bergamo quello con il grande schermo.

La settima arte è un ottimo modo per ripensare e affrontare questioni e sfide del nostro tempo. Ed ecco quindi che sono state selezionate cinque opere cinematografiche di qualità che seguono il filo rosso del tema dell’anno ovvero «Non abbiate paura. Tracce di speranza per l’uomo d’oggi».

I film saranno proposti all’auditorium di piazza Libertà: la sezione di Molte fedi, denominata «Cinema dello Spirito», è in collaborazione con Lab80; tutte le proiezioni iniziano alle 20.45, biglietto d’ingresso euro 5 (euro 4 se ritirati prima presso la sede Acli).

Il programma nel dettaglio:

Mercoledì 29 ottobre 2014
Il lato positivo, regia di David O. Russell, commedia, 117’, USA, 2012
Pat esce dall’ospedale psichiatrico dopo otto mesi di trattamento con una sola idea in testa: rimettersi in forma e riconquistare la moglie Nikki. Un divieto di avvicinamento lo costringe però, nel frattempo, in casa con la madre e il padre, che ha perso il lavoro e si è dato alle scommesse, e gli impone degli incontri settimanali con il dottor Patel. A questo punto la già precaria autodisciplina di Pat viene sconvolta dall’incontro con Tiffany, giovane vedova con una recente storia di dipendenza da sesso e psicofarmaci. In cambio della sua intercessione presso Nikki, Tiffany vuole infatti che Pat le faccia da partner per un bizzarro concorso. Nel mettere in atto il loro piano, tuttavia, il loro rapporto prende una piega inaspettata e nelle vite di entrambi sembra aprirsi uno spiraglio di luce.

Mercoledì 5 novembre 2014
La parte degli angeli, regia di Ken Loach, commedia, 106’, Regno Unito-Francia-Belgio-Italia, 2012

Robbie è un senzatetto, piccolo delinquente, con una certa tendenza a menare le mani. Ma la nascita di suo figlio Luke scatena in Robbie il desiderio di essere diverso. Il desiderio di cambiare, però, non basta, finché non trova qualcuno disposto a guardarlo, a dargli una seconda possibilità. Si tratta di Henry, l’addetto ai servizi sociali a cui viene affidato. Henry farà scoprire a Robbie una passione e un talento: il whisky e la capacità di gustarlo e riconoscerlo. Una bevanda che ha bisogno di tempo per farsi e di rispetto per essere apprezzata e che diventa un po’ anche una scuola di maturazione per Robbie e i suoi tre stralunati amici. Un film che ci dimostra come uno sguardo diverso possa davvero cambiare la vita.

Mercoledì 19 novembre 2014
In grazia di Dio, regia di Edoardo Winspeare, drammatico, 127’, Italia, 2013

Siamo a Capo Leuca, nel profondo Salento pugliese. Quattro donne di tre generazioni diverse (nonna, due figlie e una nipote) si trovano improvvisamente senza lavoro. La piccola impresa di sartoria di famiglia è costretta a chiudere per l’implacabile concorrenza cinese e per la crisi economica. L’unico figlio cerca fortuna emigrando in Svizzera. Alle donne non resta che rifugiarsi nella casa di campagna e provare a rifarsi una vita. La strada per sopravvivere e per ripartire non è semplice ma la terra le aiuta. Coltivando con passione l’orto di famiglia arrivano ad avere a disposizione frutta e verdura sufficiente per scambiarla con altri prodotti o per rivenderla ai piccoli negozi del paese; così la vita riparte e si può sconfiggere la crisi. Un film che sembra indicarci come malgrado le differenze, le tensioni, le difficoltà, sia possibile uscire dalle situazioni più difficili.

Mercoledì 26 novembre 2014
Leave to remain, regia di Bruce Goodison, drammatico, 89’, Regno Unito, 2013
Ogni anno centinaia di ragazzi approdano nel Regno Unito, da soli. Sono richiedenti asilo politico, reietti dai loro Paesi, costretti a imparare a sopravvivere a ogni costo. Nigel, un mentore profondamente impegnato, è l’insegnante e il patrocinatore di questi minori. Nella casa famiglia, tra gli altri, Zizidi, Omar e Abdul, un ragazzo afgano appena arrivato, cercano di rifarsi una vita. Proprio l’arrivo di Abdul è destinato a innescare una catena di eventi che rischia di mettere a repentaglio il futuro di quelli a lui più vicini. La speranza di ottenere un permesso di soggiorno per rimanere nel Regno Unito, molto spesso è appesa al filo della storia che si sa raccontare.

Mercoledì 3 dicembre 2014
Le nevi del Kilimangiaro, regia di Robert Guédiguian, drammatico, 107’, Francia, 2011

Siamo al porto di Marsiglia, e un sindacalista estrae da un’urna dei nomi; venti uomini, che capiamo subito essere altrettanti licenziati. Tra questi lo stesso sindacalista, Michel, che non approfitta della situazione e rischia il posto come gli altri compagni. Triste, ma circondato dall’affetto della famiglia festeggia i trent’anni di matrimonio. Il regalo di figli e amici è una cassetta piena di soldi per un viaggio in Africa, soldi che fanno gola a qualcuno, che irrompe a casa e li rapina. Il peggio deve ancora venire, perché Michel scopre che uno dei due ladri è uno dei licenziati, un bravo ragazzo, che cerca a fatica di crescere i fratelli piccoli abbandonati dai genitori. Ma ormai la denuncia è partita. Il senso di colpa inizia a tormentare i due coniugi. Sono tanti i cambi di direzione di un film che parte dal dramma della perdita del lavoro per affrontare il tema della perdite di certezze fino a capire cosa è importante davvero nella propria vita.

LA RASSEGNA L’edizione 2014
Molte fedi sotto lo stesso cielo – Per una convivialità delle differenze è il ciclo d’incontri organizzato dalle Acli provinciali di Bergamo. Ogni anno coinvolge più di 40 mila persone e prova ad affrontare la sfida epocale del mondo plurale in cui viviamo, attraverso la conoscenza e l’approfondimento del cristianesimo stesso e delle altre religioni, educando al dialogo e al confronto interculturale e interreligioso. Lo fa con incontri e dialoghi con testimoni di alto profilo, ma anche attraverso momenti di convivialità e culturali: dal cinema alla musica, dal teatro ai percorsi artistici e storici, dalla formazione dei giovani e per le scuole alle visite guidate, dalle cene agli itinerari a piedi, dalle letture di testi religiosi a momenti di preghiera e riflessione. Il tema dell’anno è Non abbiate paura! Tracce di speranza per l’uomo d’oggi.

Info e biglietti
La maggior parte delle iniziative sono gratuite. Tuttavia, sia le date a pagamento che quelle libere, necessitano della prenotazione del biglietto. Tutte le informazioni su incontri, date e prenotazioni si possono comodamente trovare sul sito moltefedisottolostessocielo.it. La segreteria organizzativa è presso la sede provinciale delle Acli, in via San Bernardino 59.

Contatti: 035.210284, [email protected].


© RIPRODUZIONE RISERVATA