Omossessualità: una rassegna tra cinema, danza, letture

Omossessualità: una rassegna
tra cinema, danza, letture

Torna a Bergamo la rassegna cinematografica «Orlando», alla seconda edizione. Si svolgerà all’Auditorium di piazza della Libertà e non solo per iniziativa del Lab80.

Coinvolti anche altri spazi cittadini dal 13 al 17 maggio. La rassegna era stata presentata nei giorni scorsi dall’assessore alla Cultura del Comune di Bergamo Nadia Ghisalberti, dall’assessore alle Politiche sociali Maria Carla Marchesi e da Mauro Danesi, l’organizzatore, e Angelo Signorelli, presidente di Laboratorio 80.

Dedicata a identità di genere e orientamenti sessuali, proporrà più di venti appuntamenti tra cinema, danza, performance, incontri e reading: in programma diverse anteprime, tra le quali, provenienti dal MoMA di New York, due film di Andy Warhol: sabato 16, «Camp» (1965) e domenica 17 «Mario Banana».

In calendario ci sono 12 film, tra cui diversi in anteprima. Raccontano amori, sperimentazioni, relazioni anti-convenzionali, differenze, protagonismi, difficoltà. Tra i registi, lo svedese Ester Martin Bergsmark, il britannico Peter Strickland, l’italiano Francesco Scarponi, con la produzione di Lab 80 film (domenica 17, ore 20,45).

Venerdì 15 iniziative all’insegna della danza, in collaborazione con il Festival Danza Estate. Protagonista lo spettacolo Joseph di Alessandro Sciarroni, alle 21 in Auditorium. Domenica 17 letture di Pier Vittorio Tondelli, scrittore omosessuale scomparso nel 1991 (Teatro Tascabile, ore 17,30).

Il programma è disponibile qui.


© RIPRODUZIONE RISERVATA