Mercoledì 24 Gennaio 2007

Paolo Migone è don Chisciotte Comicità surreale a teatro

Sabato 27 gennaioalle 21 al Creberg Teatro è la volta del visionario e surreale Paolo Migone che si confronta con il capolavoro della letteratura spagnola. «Don Chisciotte senza esagerare...» è il titolo dello spettacolo da un’idea di Paolo Migone con Francesca Censi e la regia di Laura Cantarelli. Il cavaliere della Mancia, accompagnato da una voce narrante, affronta battaglie contro mostri che lo feriscono, lo tramortiscono, lasciandolo annichilito. Si prende cura di lui il fido Sancho Panza (un efficace Marco Marzocca) che, guarite le ferite del suo delirante padrone continua a seguirlo a distanza, quasi intimorito dalla follia di quest’ultimo. A Francesca Censi è affidato il compito di interpretare fantasmi, paure reali e irreali, amici e nemici che i due compari incontrano nel loro peregrinare.

Una grande scommessa per due attori , due comici, che, lasciandosi alle spalle il loro bagaglio di monologhisti si mettono uno al servizio dell’altro per affrontare temi che vanno dall’amore ideale a quello reale, dall’amicizia alla solidarietà maschile, alla follia, al confronto con il reale in un continuo gioco tra incanti e disincanti in un tempo «senza tempo» in uno spazio «senza spazio» alla continua rincorsa dell’amore sublime. Uno straordinario Sancho in grado di riportarci al senso ultimo di un’amicizia fedele e coraggiosa, con un Marzocca perfetto interprete del «doppio», uno dei temi portanti di tutto lo spettacolo. Un Don Chisciotte assolutamente nuovo, un antieroe affascinante e «inattendibile» come solo Migone sa essere.

PREZZI
I settore € 25.00 + 2.50
II settore € 20.00 + 2.00
III settore € 15.00 + 1.50
PER INFORMAZIONI
CREBERG TEATRO BERGAMO
Via Pizzo della Presolana – Bergamo
Tel. 035 34.32.51
Biglietteria teatro:
Orari cassa
Lunedì - Venerdì dalle 10.00 alle 17.00
Sabato dalle 10.00 alle 13.00
e la sera dello spettacolo (circa 1 ora prima)
Info Officine Smeraldo 199.177.199
(attivo dal lunedì al sabato dalle 9,30 alle 18,30).

e.roncalli

© riproduzione riservata