Primizie d’artista: apre nel sottotetto della Provincia

Primizie d’artista: apre nel sottotetto della Provincia

La settima edizione della «Festa della Provincia» prenderà il via dal sottotetto del Palazzo di via Tasso a Bergamo. Un sottotetto rimesso a nuovo e pronto a diventare il nuovo spazio culturale espositivo della Provincia che verrà inaugurato venerdì 25 maggio, alle 18, con l’apertura della mostra Primizie d’artista Maestri e Allievi dell’Accademia Carrara tra ‘800 e ‘900, in collaborazione con l’Accademia Carrara di Bergamo.

I lavori di restauro e ristrutturazione, iniziati nel 2004 – su progetto dell’ing. Antonio Zanni (dirigente del settore Edilizia della Provincia) – hanno permesso di recuperare nel sottotetto del Palazzo della Provincia, 2.050 metri quadrati in cui, oltre all’arte, troveranno spazio sale per eventi culturali e per l’attività amministrativa. In particolare troveranno collocazione: una sala per la Giunta; una sala per le riunioni; sale per le Commissioni; sale di consultazioni; spazi espositivi; spazi fruibili dal personale ma aperti anche ai visitatori esterni.

Negli spazi espositivi e nelle sale riunioni sono stati predisposti i collegamenti per i computer e per postazioni mediatiche. In questo modo il sottotetto sarà collegato con tutti i musei della Bergamasca.

Il recupero del sottotetto rientra nel disegno più ampio di ristrutturazione del Palazzo della Provincia costato complessivamente 3.800.000 euro. I lavori sono stati eseguiti in due lotti. Il primo si è concluso nel 2005 e ha interessato: il consolidamento strutturale del solaio al piano sottotetto; il rifacimento della copertura; il restauro delle facciate. Il secondo lotto, comprensivo di lavori di ristrutturazione e adeguamento normativo, prevedeva: il recupero del sottotetto; l’adeguamento degli spazi al piano ammezzato; la realizzazione di una sala d’ingresso al piano terra, con formazione di un nuovo pavimento in lastre di marmo arabescato; la realizzazione di un nuovo ascensore di collegamento dal piano terra al sottotetto.

(18/05/2007)

© RIPRODUZIONE RISERVATA