Punk, metal e reggae a Cenate Sotto Music for Emergency dal 15 al 19 luglio

Punk, metal e reggae a Cenate Sotto
Music for Emergency dal 15 al 19 luglio

Punk, metal e reggae con tanto di tre date in esclusiva nazionale: sono questi i filoni musicali dell’11ª edizione di Music for Emergency di Cenate Sotto in programma da mercoledì 15 luglio fino a domenica 19 luglio agli impianti sportivi di via Aldo Moro.

Un festival di musica e solidarietà a ingresso gratuito (inizio concerti ore 21) organizzato dall’associazione SenzaTempo che tra concerti live, buona cucina e tanta birra ogni anno contribuisce a finanziare il Progetto Italia di Emergency per offrire assistenza gratuita a chiunque ne abbia bisogno nei poliambulatori di Emergency.

Musica a fin di bene, quindi, e ad aprire la festa sarà una serata all’insegna del punk di vecchia scuola insieme ai Punkreas, sempre sulla cresta dell’onda dopo 25 anni di attività. Mercoledì andrà infatti in scena lo spettacolo tutto italpunk del «Paranoia Domestica Tour» dedicato proprio ai 25 anni di attività e che suonerà soprattutto come un ritorno alle origini per i Punkreas.

Giovedì si cambiano ritmo e registro insieme a una leggenda dello ska-reggae giamaicano: sul palco arriva infatti Horace Andy, 64 primavere alle spalle, per la sua unica data estiva italiana. Famoso per il suo particolare stile vocale, il falsetto, e per le collaborazioni con la band trip hop dei Massive Attack, Horace Andy è un giamaicano «doc», fedele devoto della dottrina rasta e molte delle sue canzoni trattano temi religiosi e di giustizia sociale. A Emergency sarà accompagnato dalla Dub Asante Band.

Horace Andy

Horace Andy

Venerdì e sabato spazio alla consueta parentesi metal che da anni contraddistingue il festival, meta anche di fan da tutta Italia e non solo: venerdì ci saranno i tedeschi Iron Savior per la loro unica data estiva italiana, sabato i Gamma Ray, altra storica band. D omenica gran finale a suon di folk insieme alla Casa del Vento, band di Arezzo.

I Gamma Ray

I Gamma Ray


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola martedì 14 luglio 2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA