Raffaello, la «vera» Fornarina se ne va Sono gli ultimi giorni per ammirarla

Raffaello, la «vera» Fornarina se ne va
Sono gli ultimi giorni per ammirarla

La mostra «Raffaello, l’eco del mito» continua in Gamec fino al 6 maggio ma per il più famoso dipinto del maestro è tempo di rientro a Roma. Si conclude il prestito «eccezionale» dalle Gallerie Nazionali Barberini Corsini.

Martedì sarà smontata dall’allestimento e al suo posto verrà collocata una foto dell’opera originale di Mario Cresci stampata su carta cotone fine art, ricoperta di farina e montata su alluminio. Stiamo parlando della «Fornarina» forse il dipinto più famoso di Raffaello in mostra alla Gamec. Il prestito, già un fatto eccezionale di suo, era a termine e l’opera tornerà a casa, alle Gallerie Nazionali Barberini Corsini di Roma.

Accademia Carrara - mostra «Raffaello e l’eco del mito»

Accademia Carrara - mostra «Raffaello e l’eco del mito»
(Foto by Yuri Colleoni)

Per chi vuole vedere l’opera originale, il consiglio è quello di affrettarsi e prenotare la visita prima di martedì, quando i tecnici saranno all’opera per rimuoverla. La mostra è aperta tutti i giorni dalle 9.30 alle 19. Tutte le informazioni qui.

Molto buoni i risultati sin qui ottenuti dalla mostra in termini di afflusso (sono state raggiunte le 40mila presenze), tanto che per accontentare l’alto numero di prenotazioni, si è deciso di organizzare delle aperture straordinarie. Da qui la 6 maggio l’eposizione sarà aperta anche tutti i martedì. Sono oltre 1.400, infatti, i gruppi che hanno già prenotato. Quasi il 20% del pubblico proviene da Paesi esteri. E c’è anche una riduzione in più per i residenti in città che potranno accedere al prezzo ridotto di 9 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA