«Sulla soglia» fa il bis da venerdì
Un confronto tra fede e cultura

Riprendono gli incontri organizzati da Fuci e Centro Universitario Sant’Andrea, con protagonisti del mondo della chiesa e della cultura.

«Sulla soglia» fa il bis da venerdì Un confronto tra fede e cultura

Torna «Sulla soglia. Scrittura e Risonanze». Lo scorso anno, durante la 1ª edizione, era stato sperimentato come l’incontro tra la Scrittura e il mondo della cultura fosse stimolante e fecondo. «Abbiamo ascoltato preti che con passione ci hanno raccontato il senso di alcuni brani che la comunità cristiana legge durante la celebrazione della Messa domenicale e, insieme, abbiamo potuto assaporare la profondità della ricerca spirituale che uomini e donne di cultura del nostro tempo ci hanno comunicato» scrive don James Organisti, assistente spirituale della Fuci Bergamo. Il ciclo di incontri è organizzato dai giovani del Gruppo Fuci e del Centro Universitario Sant’Andrea. Per informazioni c’è anche un gruppo Facebook.

«Ci siamo messi sulla soglia e siamo rimasti stupiti dalla capacità della Scrittura di fare emergere riflessioni, condivisioni, legami di amicizia. Per questi motivi abbiamo pensato di riproporre l’iniziativa agli studenti e alle studentesse dell’Università di Bergamo o di altri Atenei. Ma naturalmente gli incontri sono aperti, tutti possono partecipare. Chi è stato da noi sa bene che non puntiamo all’indottrinamento ideologico, semplicemente cerchiamo di ascoltare con rispetto le risonanze delle domande che la Scrittura riesce a suscitare anche oggi».

«Noi pensiamo di essere dei mendicanti di domande. Siamo sulla soglia con la mano tesa, proprio perché nella Scrittura abbiamo incontrato un Dio che desidera stare insieme a noi sulla soglia e ascoltare, condividere i cammini di ricerca degli uomini e delle donne di oggi, anche quando sono cammini problematici, sofferti. Ci troveremo ogni secondo venerdì del mese, da novembre a maggio, nell’ora dell’aperitivo. Un varco di riflessione e confronto dentro la nostra esistenza. Vi invitiamo a partecipare e vi aspettiamo con lo stile semplice dell’accoglienza e lo facciamo rispondendo all’invito di Papa Francesco in questo anno da lui dedicato alla Misericordia. Magari, vivendo questi incontri, potremo anche solo per un attimo sperimentare quanto le viscere di Dio fremono nella e per la nostra vita».

Tutti gli incontri sono in programma dalle 19 alle 20,30 nella chiesa di Sant’Andrea, in via Porta Dipinta 39, ogni secondo venerdì del mese. Si parte venerdì 13 novembre con il confronto tra il giornalista Fabio Santini e don Carlo Nava, vicedirettore Scuola vocazioni giovanili. L’11 dicembre sarà la volta di Mario Salvi, presidente di Bergamo Scienza, e del teologo don Giovanni Rota. Il 2016 comincia con la giornalista Elena Catalfamo e don Diego Notari, parroco di Villa d’Adda, l’8 gennaio. Il 12 febbraio tocca ad Emanuele Beschi, direttore dell’istituto musicale «Donizetti» e a don Alberto Monaci, direttore Ufficio per la pastorale dei movimenti religiosi alternativi. A marzo (l’11) confronto tra il filosofo Silvano Petrosino e il teologo don Giovanni Gusmini, mentre l’8 aprile spazio allo scultore Ugo Riva e a don Lorenzo Testa, teologo. Chiusura di questo secondo ciclo il 13 maggio con Chiara Cremaschi, regista, e don Gianluca Marchetti, cancelliere della Curia vescovile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA