Un lungo weekend di teatro sacro A Urgnano spettacolo su don Bosco

Un lungo weekend di teatro sacro
A Urgnano spettacolo su don Bosco

«Amare l’impossibile»: è questa la lezione che, a duecento anni dalla nascita, ci ha lasciato San Giovanni Bosco a cui il Festival deSidera – Teatro e Territorio, dedica una serata presentando lo spettacolo «Giovanni, un bosco di 200 anni» .

Lo spettacolo è di Giampiero Pizzol con Carlo Pastori e Walter Muto (regia di Marta Martinelli) che va in scena giovedì sera a Urgnano (oratorio San Giovanni Bosco, via Roma 62, ore 21, in collaborazione con la parrocchia).

Definito come «un viaggio spettacolare attraverso la vita, l’opera e il carisma di San Giovanni Bosco nel bicentenario della nascita», lo spettacolo racconta la vita del santo attraverso le tragicomiche avventure di due cantastorie entrambi convocati per raccontarne la storia. Ne nasce una sorta di «duello» dalle conseguenze imprevedibili.

Il lungo week end di spettacoli proposti da deSidera, prosegue poi, spostandosi a Romano di Lombardia, venerdì 17 con lo spettacolo «Filò, viaggio di uno Zanni all’inferno» di e con Silvio Castiglioni che si è ispirato al poema di Andrea Zanzotto (ore 21.15 a Romano di Lombardia, Località Pascolo, Orto Botanico nel Parco del Serio e, in replica, venerdì 24 luglio, ore 21.15 a Bonate Sotto nel Cortile della Biblioteca, Via S. Giulia, spettacolo presentato in collaborazione con l’amministrazione comunale e con il Parco Regionale del Serio all’interno della manifestazione «Vediamoci... sul Serio»).


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 16 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA