Un posto fisso con Checco? - video Al cinema la magia del Piccolo Principe

Un posto fisso con Checco? - video
Al cinema la magia del Piccolo Principe

Il 1° gennaio al cinema? Perchè no, ed ecco che cosa vedere, tra risate e sogni.

Fino a 10 anni fa «il posto fisso era la mia massima aspirazione. Ho fatto anche un concorso da viceispettore di polizia, per fortuna mi hanno scartato», dice sorridendo Luca Medici, in arte Checco Zalone, parlando di Quo Vado? di Gennaro Nunziante, in cui è un impiegato statale che pur di mantenere il suo lavoro è disposto anche a trasferirsi al Polo nord.

Recordman del cinema italiano (Sole a catinelle ha incassato circa 52 milioni), sbarcherà in quasi 1.300 sale dall’1 gennaio con Medusa.

Nella notte fra il 31 dicembre e il 1 gennaio anche 21 multisale del Circuito Uci (oltre che alcune del circuito The Space) proietteranno «Quo vado?» distribuito da Medusa in uscita nelle sale il 1 gennaio. A Curno tre proiezioni: alle 0.30, 1.15 e 2.00.Primissima visione anche al cinema San Marco, alle 0.30, 1 e 2.30.

Nel cast con Checco Zalone, fra gli altri, Eleonora Giovanardi, Sonia Bergamasco, Maurizio Micheli, e in una partecipazione straordinaria Lino Banfi. «È bellissimo vivere da Checco Zalone - spiega il comico, a chi gli chiede come viva l’attesa per l’uscita di questo suo nuovo film -, lo auguro a tutti di poter vivere così, ma naturalmente penso a quando le cose cambieranno. È bellissimo quando ti fermano per strada e ti fanno le foto, anche se è naturale ci sia un pò d’ansia per i risultati di Quo Vado, visto che l’ultima volta abbiamo venduto oltre otto milioni di biglietti. Penso sia impossibile ripetere quei numeri, gli italiani avrebbero dovuto riprodursi in tempi velocissimi, ma anche se saranno quattro milioni di biglietti, va bene».

Ma non c’è solo la comicità il 1° gennaio: ecco che debutterà «Il Piccolo Principe», un’animazione d’autore con la regia di Mark Osborne e un testo fedele al romanzo di Antoine de Saint-Exupéry.


© RIPRODUZIONE RISERVATA