Una poltrona per due a «The Voice» I Facchinetti nelle vesti di giudici

Una poltrona per due a «The Voice»
I Facchinetti nelle vesti di giudici

Una poltrona per due nella terza edizione di «The Voice of Italy». A sostituire uno dei quattro giudici della trasmissione, Raffaella Carrà, sarà una coppia tutta bergamasco-brianzola: Roby e Francesco Facchinetti.

Padre e figlio seguiranno insieme la loro squadra di cantanti e prenderanno congiuntamente le decisioni. Confermati - salvo imprevisti dell’ultim’ora - gli altri giudici della scorsa edizione: Piero Pelù, J-Ax e Noemi. Per Francesco Facchinetti si tratta di un ritorno sulla seconda rete della tv pubblica nelle nuove vesti di giudice, dopo quelle di conduttore. Francesco è stato infatti il presentatore delle prime quattro edizioni di X Factor - in una delle quali, la seconda, emerse proprio Noemi tra le protagoniste - e di Star Academy, flop che tentò invano di colmare il vuoto lasciato da X Factor, migrato su Sky.

Per sostituire Raffaella Carrà, impegnata dal 16 gennaio su Rai 1 con «Forte Forte» nei panni di conduttrice, si erano fatti diversi nomi, da Claudio Baglioni a Carla Bruni e Lorella Cuccarini. Ma alla fine sembra che abbia vinto l’idea della doppia poltrona con i due Facchinetti. Il talent musicale partirà mercoledì 25 febbraio in prima serata, condotto ancora da Federico Russo. La formula è sempre la stessa: i concorrenti vengono ascoltati dai giudici senza essere visti, i giudici decidono di voltarsi (e quindi di fare entrare in gara il cantante) solo se la voce è convincente.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 04/01/2015

© RIPRODUZIONE RISERVATA