Mercoledì 02 Maggio 2007

Una tela del Salmeggia al Credito Bergamasco

L’unica testimonianza dell’attività profana di Enea Salmeggia, detto Il Talpino e noto per opere a carattere sacro, la tela «Diana che fa punire Callisto», è stata acquisita dal Credito Bergamasco. Il dipinto dell’artista bergamasco, vissuto tra il 1500 e il 1600, proviene dalla collezione di una nobile famiglia toscana e sarà visibile dal 3 al 31 maggio presso il salone centrale di Bergamo del Credito Bergamasco. Saranno poi le sale dell’Accademia Carrara ad accogliere la tela, che raffigura la dea Diana sulle rive del fiume, circondata dalle sue ancelle, nell’atto di punire Callisto.(02/05/2007)

e.roncalli

© riproduzione riservata