Van De Sfroos arriva il 23 febbraio  Prevendita al via per la serata al Creberg

Van De Sfroos arriva il 23 febbraio
Prevendita al via per la serata al Creberg

Il «Tour de nocc» parte il 29 dicembre dal Teatro Cenacolo Francescano di Lecco e farà poi tappa al Creberg Teatro.

La prevendita è già attiva su Ticketone, pertanto chi è interessato a «Tour de nocc», la nuova tournée teatrale di Davide Van De Sfroos, è avvertito. Fermare i biglietti è comunque consigliabile. In scaletta ci saranno i classici del cantautore comasco, più alcuni brani inediti. L’artista darà vita ad uno spettacolo in grado di ricreare un’atmosfera teatral-notturna, con tanto di sfumature swing e jazz. Per l’occasione, Davide Bernasconi sarà accompagnato sul palco dai suoi musicisti: Angapiemage Galliano Persico (violino, tamburello, cori), Riccardo Luppi (sax tenore e soprano, flauto traverso), Paolo Cazzaniga (chitarra elettrica e acustica, cori) e Francesco D’Auria (batteria, percussioni, tamburi a cornice, hang). «Voglio celebrare il mio passato nascosto proponendo delle ballate dimenticate sotto i lampioni, per poi dare uno sguardo al futuro – racconta –. Il concerto è un viaggio notturno alla ricerca dei brani finiti in fondo ai cassetti e dunque dimenticati. Anche se la musica cercherà di rintracciare ombre familiari a tinte nuove». Il tour parte il 29 dicembre dal Teatro Cenacolo Francescano di Lecco e fa tappa al Creberg Teatro di Bergamo il 23 febbraio. Il 14 marzo il tour passerà dal Ciak di Milano.

In 17 anni di carriera musicale Davide Van De Sfroos ha pubblicato sei album di inediti, ha ricevuto il Premio Maria Carta, ha vinto due volte il Premio Tenco e ha pubblicato cinque romanzi editi da Bompiani e La Nave di Teseo. Nel 2010 si è classificato quarto alla 61ª edizione del Festival di Sanremo con «Yanez», brano che ha dato il nome al quinto album, certificato disco d’oro. Il brano «El Carnevaal de Schignan», tratto da quel fortunato album, è stato scelto come colonna sonora del film «Benvenuti al Nord». Nel 2012 Davide, ormai sdoganato anche sul fronte pop, partecipa nuovamente al Festival di Sanremo come autore del brano «Grande mistero» interpretato da Irene Fornaciari.

Nel 2015 esce l’album «Synfuniia», con 14 brani riarrangiati dal M° Vito Lo Re per la Bulgarian National Radio Simphony Orchestra. Un paio d’anni fa Bernasconi si è tolto lo sfizio di radunare i suoi fan nell’arena di San Siro; recentemente ha pubblicato l’antologia «Ladri di foglie» (La Nave di Teseo).

© RIPRODUZIONE RISERVATA