Vincent Van Gogh per «Le Città Invisibili» Lunedì Alessio Boni e Fulvio Ferrario

Vincent Van Gogh per «Le Città Invisibili»
Lunedì Alessio Boni e Fulvio Ferrario

Nuovo appuntamento con «Le Città Invisibili. Maestri e culture in dialogo». Al Centro congressi Giovanni XXIII lunedì 22 dicembre alle 21 «Vincent Van Gogh, stralci sulla fede e sul cristianesimo dalle lettere» con Alessio Boni e Fulvio Ferrario.

Dei trentasette anni della vita di Vincent Van Gogh solo gli ultimi dieci sono stati occupati dalla pittura. Fino a 27 anni il suo desiderio e la sua ambizione sono di diventare teologo e pastore. Questo sogno religioso segnerà per sempre sia il suo modo di intendere la pittura sia il fiume di parole delle sue numerosissime lettere. Fulvio Ferrario, teologo evangelico, seleziona e interpreta le lettere in cui il grande pittore olandese parla del suo intenso rapporto col cristianesimo. Alessio Boni dà voce a Van Gogh che parla dell’arte come se fosse un esercizio di teologia.

La corrispondenza tra Van Gogh e suo fratello minore, il mercante d’arte Theo, costituisce la più grande fonte di documentazione e comprensione della vita dell’artista olandese. I due fratelli, tra il 1872 e il 1890, si sono scambiati centinaia di lettere, le quali sono state raccolte dalla moglie di Theo Van Gogh e pubblicate per la prima volta nel 1913 in tre volumi.

Lettere fondamentali non solo per la ricostruzione della biografia di Vincent Van Gogh, ma soprattutto per le riflessioni sull’arte, sulla pittura, sulla vita e sulla sua personale visione religiosa. Con una lucidità e precisione stilistica che pochissimi altri artisti sono stati in grado di dimostrare.

Ingresso a pagamento: intero 7 euro
Studenti fino a 26 anni, 5.00 euro
Carnet libero 20.00 euro
Prevendita disponibile su: www.fondazionebernareggi.it
Informazioni: 035/248772 [email protected]
www.fondazionebernareggi.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA