Facebook all’attacco delle bufale Via alle segnalazioni degli utenti

Facebook all’attacco delle bufale
Via alle segnalazioni degli utenti

Il social network si avvarrà anche di un software per individuare le fake news trainanti e di un pool di esperti.

Facebook lancia la sua crociata contro le notizie false. Lo ha annunciato la stessa direzione del social network. Dopo le polemiche scoppiate per la diffusione di notizie false sui social media, Facebook cercherà di limitare la diffusione di fake news attraverso le segnalazioni dei suoi utenti, i quali hanno l’opzione di cliccare sul lato destro della storia se non la ritengono veritiera. Da qui si clicca in sequenza su «segnala post». «ritengo che non dovrebbe essere su Facebook» fino a «si tratta di una notizia falsa».

Allo stesso tempo Fb si avvarrà anche dell’ausilio di un apposito software per individuare le fake news trainanti. Le segnalazioni poi passeranno nelle mani di un consorzio di giornalisti per essere verificate. Le storie ritenute false verranno etichettate da Fb come «contestate da controlli terzi». Facebook modificherà anche il suo algoritmo per assicurarsi che le vicende «controverse» non si diffondano troppo. Agli utenti che intendono condividerla verrà chiesto se sono davvero sicuri di volerlo fare. Fb infine tenterà di rendere più difficile per gli editori di trarre profitto dalle fake news, anche se non precisa come. Nell’operazione di fact checking, Facebook si servirà di organizzazioni come Abc News, Politifact, FactCheck e Snopes:almeno due di loro dovranno segnalare un problema per «marchiare» le notizie come «contestate». Nonostante l’annuncio delle nuove misure, le perplessità rimangono a causa della difficoltà’ di fare il fact checking su alcune notizie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA