Lego Star Wars Il risveglio della Forza

Lego Star Wars
Il risveglio della Forza

La tipica vivacità dello humor Lego, il ritmo serrato dell’azione e la grande varietà del gameplay sono la ricetta del nuovo capitolo videoludico dei mattoncini colorati ambientato nell’universo starwarsiano.

Piattaforma: PC, Xbox One, Xbox 360, PlayStation 3, PlayStation 4, PlayStation Vita, Wii U, Nintendo 3DS, iOS, OS X

Genere: Action-Adventure

Sviluppatore: TT Fusion

Produttore/Distributore: Warner Bros Interactive

PEGI: 7

Inutile negarlo: ai coloratissimi mattoncini colorati Lego ci hanno giocato un po’ tutti, e alcuni continuano a coltivare questa passione anche oggi, nonostante abbiano abbondantemente superato i 20 anni. Ma se il successo delle costruzioni danesi è ormai super consolidato, nessuno avrebbe mai pensato che l’universo Lego avrebbe trovato terreno fertile anche nel mondo dei videogiochi, tanto è vero che dal 1997 ad oggi sono stati sviluppati più di 50 videogame ispirati ai mattoncini variopinti. L’ultimo lanciato sul mercato, e che andiamo ad analizzare ora, è Lego Star Wars: Il risveglio della Forza.

Lego Star Wars: Il risveglio della Forza è la rivisitazione in chiave «giocattolosa» e parodistica della popolare pellicola cinematografica diretta da J.J Abrams e arrivata nelle sale solo lo scorso dicembre; nonché settimo capitolo di una delle saghe sci-fi più apprezzate e seguite di tutti i tempi. Il gioco segue pedissequamente le sequenze del film, riproponendole con la tipica ironia Lego e offrendo le principali battute del film con tanto di doppiaggio italiano originale. Nonostante l’evidente – e inevitabile – deriva comica e puerile di alcune situazioni, l’epicità dell’avventura non viene meno e questo videogioco Lego è senza dubbio un perfetto modo per rivivere il settimo capitolo della saga Star Wars con maggior leggerezza.

Nonostante gli sviluppatori britannici di TT Fusion non abbiano voluto rischiare introducendo novità rilevanti nelle meccaniche di gioco, Lego Star Wars: Il risveglio della Forza è un titolo davvero divertente, perfetto per i giocatori più (o meno) giovani e i fan di Guerre Stellari. Oltre alla fortissima carica ironica e all’innegabile fascino che i mattoncini colorati continuano a suscitare nei giocatori di tutte le età, è soprattutto nel gameplay che l’ultimo arrivato di casa TT Fusion convince: ritmo incalzante e grande varietà di situazioni. La campagna, suddivisa in capitoli (affrontabili anche con un altro giocatore in locale o nella modalità libera) propone alcune fasi di sparatutto in terza persona con tanto di coperture dinamiche, puzzle ambientali (molto elementari ma ben congegnati), quick time event (schiacciare pulsanti a schermo al momento giusto), sequenze di gioco guidato, boss fight, platform, fasi di guida a bordo di veicoli terrestri e spaziali, come l’indimenticabile Millenium Falcon e il caccia stellare X-wing.

La grande varietà situazionale va di pari passo con l’enorme roster di personaggi utilizzabili: il giocatore può infatti vestire i panni di tantissimi personaggi dell’universo starwarsiano, dall’invecchiato ma sempre gagliardo Han Solo e il suo inseparabile amico peloso Chewbacca, alle nuove leve Finn, Rey e Poe Dameron, ma anche figure secondarie come droni e alieni. Inoltre ogni personaggio presenta caratteristiche uniche, fondamentali per proseguire nel gioco, come Chewbacca che grazie alla sua forza può spostare dei blocchi, il piccolo robottino BB-8 che è in grado di intrufolarsi all’interno di piccoli passaggi, Han Solo che può usare un rampino e Rey che può sfruttare la sua agilità per affrontare porzioni platforming, e così via. Fra un’azione e l’altra ci sono ovviamente i combattimenti, basati su un combat system non particolarmente complesso ma ugualmente immediato e divertente. Sono disponibili due attacchi: corpo a corpo e un secondo colpo che dipende dal tipo di arma impugnata, come la spada laser o la pistola.

La vivacità dello humor Lego, il ritmo serrato dell’azione e la grande varietà di gameplay non basteranno però ad avvicinare i giocatori alla ricerca di una vera sfida. Lego Star Wars: Il risveglio della Forza è infatti troppo facile per riuscire a stimolare i giocatori più esperti, ma anche ragazzi o adulti che abbiano una minima dimestichezza con il mondo dei videogiochi si troveranno a superare i capitoli della campagna «a occhi chiusi». Per questo motivo l’ultimo lavoro di TT Fusion è rivolto quasi esclusivamente ad un pubblico estremamente giovane oppure ai fan della saga Star Wars che vogliano rivivere l’ultima avventura di Jedi & Co sotto una luce completamente differente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA