Controlli contro la sosta selvaggia a Orio Carabinieri in azione: 150 multe

Controlli contro la sosta selvaggia a Orio
Carabinieri in azione: 150 multe

Nell’ambito delle attività finalizzate a salvaguardare la regolarità della circolazione stradale e la sicurezza agli utenti della strada, i militari della Compagnia Carabinieri di Bergamo hanno eseguito una serie di controlli mirati a contrastare il fenomeno della sosta irregolare sulla strada che conduce all’aeroporto internazionale “Il Caravaggio”, accertando e contestando numerose violazioni.

Nel periodo estivo è proseguita l’attività dell’Arma finalizzata a verificare il rispetto del Codice della Strada e del divieto di fermata per gli automobilisti in entrambi i sensi di marcia lungo la S.P. 116 “Orio al Serio” e la SP 115 “strada aeroporto”, nei comuni di Bergamo ed Orio al Serio, determinato dell’ordinanza provinciale del 10 giugno scorso.

In particolare, l’attività si riferisce alla problematica, nota da tempo, inerente all’abitudine di alcuni utenti dell’aeroporto, di sostare a lato della strada provinciale d’accesso, occupando spesso una parte importante della carreggiata, con ripercussioni negative in termini di sicurezza sia per le auto che transitano proseguendo la propria marcia, sia per i trasgressori stessi, che, fermandosi, scendendo dalle proprie auto ed attraversando in maniera scomposta una strada in cui transitano molti veicoli e che costituisce l’unico accesso allo scalo aeroportuale, pongono a rischio la propria incolumità.

Pertanto, al fine di disincentivare tale fenomeno, l’Arma ha eseguito servizi mirati durante tutto il periodo estivo, di per sé caratterizzato da un numero di transiti ancora più significativo, elevando circa 150 contravvenzioni agli automobilisti che, perpetrando tale abitudine scorretta, hanno intralciato la circolazione.

L’iniziativa dei Carabinieri, tutt’ora in corso, ha permesso di ridurre in maniera visibile il fenomeno, tutt’ora alimentato da alcuni utenti che, non senza fatica, stanno comprendendo la pericolosità di occupare in maniera avventata e disordinata gli spazi destinati alla libera circolazione dei veicoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA