Ranica, Alessandro non ce l’ha fatta I suoi organi saranno donati

Ranica, Alessandro non ce l’ha fatta
I suoi organi saranno donati

Alessandro Fregoni, 19 anni, si era sentito male sabato sera a Ranica mentre giocava a pallone con gli amici, è deceduto nella mattinata di lunedì 24 giugno all’ospedale Papa Giovanni.

Le sue condizioni erano gravissime, disperate. I genitori fino all’ultimo non hanno perso la speranza, ma il loro amato figlio non ce l’ha fatta è morto nella mattinata di lunedì 24 giugno all’ospedale Papa Giovanni. Alessandro era stato sottoposto a trattamento con Ecmo, la tecnica di circolazione extracorporea per trattare pazienti con insufficienza cardiaca e respiratoria acuta grave. La sera di sabato era arrivato in ospedale d’urgenza dopo che si era accasciato a terra perdendo i sensi mentre giocava a pallone con i suoi amici nel parco di via Conciliazione a Ranica. Purtroppo le cure a cui è stato sottoposto non sono bastate a salvargli la vita.

L’ultimo gesto di generosità dei genitori è stato quello di consentire alla donazione degli organi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA