Stezzano, attenzione ai finti agenti che citofonano a notte fonda - Video

Stezzano, attenzione ai finti agenti
che citofonano a notte fonda - Video

Due inquietanti episodi si sono verificati in un condominio del paese

Due episodi allarmanti a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro, in un condominio di via Zanchi, a Stezzano. Intorno alle 2 della notte tra il 21 e il 22 ottobre, qualcuno ha citofonato a un residente affermando di essere della polizia e di dovere eseguire una perquisizione. Il condomino si è affacciato a una finestra che dà direttamente sulla strada e, non vedendo auto della polizia né particolare movimento, ma solo qualcuno in prossimità del cancello d’ingresso, si è insospettito e ha risposto di voler chiamare i carabinieri, prima di aprire. A quel punto,l’uomo si è dileguato.

Poco prima della mezzanotte di mercoledì 26, un secondo episodio: due sedicenti carabinieri hanno citofonato a un altro nome: a rispondere la padrona di casa. La scusa per entrare era la necessità di comunicare notizie urgenti rispetto a un incidente del quale sarebbe stato vittima il marito della signora. Essendo al corrente di quanto accaduto ai vicini, la donna è riuscita a mantenere sangue freddo, e si è rifiutata di aprire. Dopo qualche insistenza, anche in questo caso gli sconosciuti hanno ceduto e se ne sono andati. I carabinieri di Stezzano, raccomandano di contattare immediatamente il 112 nel caso si verificassero episodi analoghi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA