Via il «tappo» tra l’Asse e Curno  La Dalmine-Villa d’Almè si allarga

Via il «tappo» tra l’Asse e Curno
La Dalmine-Villa d’Almè si allarga

Tra i centri commerciali e la Briantea il traffico passa da 47 mila a 30 mila veicoli. La strada verrà ampliata raccordando le corsie di entrata e uscita già presenti sulla strada.

Il punto sta tutto in quei numeri: 47mila veicoli al giorno per entrambi i sensi di marcia nel tratto della 470 dir (la Villa d’ Almè-Dalmine, per capirci) che va da Curno a Treviolo e 30mila in quello da Curno a Paladina. Il che vuol dire solo una cosa, che il calo delle auto si ha tra Briantea, Asse interurbano e svincoli per i centri commerciali.

Non a caso il tratto più soggetto a incolonnamenti, un autentico «tappo» creato dal passaggio da due corsie della Treviolo-Stezzano alla corsia singola. L’amministrazione provinciale ha deciso di provare a risolvere la situazione con un’escamotage, perchè tecnicamente un raddoppio era impossibile, per l’aggravio di costi, per le lungaggini burocratiche dovute alla variazione del progetto originale e non per ultimo per l’ottenimento di una serie di autorizzazioni. Si tratta di raccordare le corsie di accelerazione e decelerazione poste ai lati della strada così da ampliarla di fatto fino alla Briantea.

Tutti i particolari del cantiere acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 15 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA