Come reagire alle tentazioni delle vetrine

Come reagire
alle tentazioni delle vetrine

Il periodo dei saldi è un momento critico per il portafoglio, ma sugli scaffali delle librerie si trovano manuali utili per reagire in modo intelligente alle tentazioni delle vetrine. “Smart Shopping” di Valerie Halfon (Sperling & Kupfer, in uscita il 23 gennaio) illustra “il metodo francese per spendere meglio senza rinunce”.

L’autrice propone di orientare gli acquisti in base a obiettivi di crescita personale, tenendo conto dell’età e della situazione finanziaria. Invita a “scoprire chi siamo, realizzare i sogni, puntare all’essenziale, vivere nella realtà e secondo i propri mezzi, risanare i rapporti con gli altri, rimettere il denaro al suo posto”. Un sistema che aiuta a cambiare il modo di vedere il denaro, come “uno strumento e non un fine in sé” e di considerare la vita in un modo “più strettamente collegato ai vostri veri desideri, alle vostre reali aspirazioni”. Va alle radici del consumismo, svelandone gli aspetti più curiosi e smascherandone i meccanismi occulti “L’impero delle cose” di Frank Trentmann (Einaudi). In una carrellata tra passato e futuro, Trentmann prende in considerazione le sfide globali imposte dall’inarrestabile e ubiquo accumulo di cose - compresi sprechi, debiti, stress e diseguaglianze. Come strumento utile al controllo e alla gestione delle finanze personali si trova infine anche l’edizione 2018 del “Kakebo. Il libro dei conti di casa” (Vallardi). Un metodo giapponese che propone, come primo passo, quello di scrivere e catalogare tutte le spese: già prenderne consapevolezza dovrebbe - secondo gli autori - assicurare un risparmio consistente. Pare però che aiuti anche a conquistare la tranquillità dell’anima e a liberare energie mentali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA