Negli scaffali la mania Pokemon

Negli scaffali
la mania Pokemon

Pokémon Go è stato il fenomeno dell’estate: c’è stato un momento, a luglio, in cui gli utenti giornalieri hanno raggiunto il picco di 45 milioni.

Adesso le cifre, secondo gli ultimi sondaggi, sembrano calate fino a circa 30 milioni di giocatori attivi al giorno: resta il fatto che si tratta di un punto di svolta nel mondo dei videogiochi e della cultura digitale, che coinvolge (nel bene e nel male) grandi e piccoli. In libreria si trovano già diversi manuali dedicati pieni di notizie, curiosità, trucchi e approfondimenti, utili ai giocatori, ma forse di più ai genitori un po’ spiazzati di fronte ai racconti dei figli.

«Pokémon Go. La guida non ufficiale» di Bukku Otaku (Vallardi, in libreria in questi giorni) si distingue per chiarezza e per il linguaggio sintetico e diretto: parte dai fondamentali, dall’origine dei personaggi (PoKémon è l’unione delle parole Pocket Monster, mostri tascabili). L’autore spiega come si imposta il gioco e poi si addentra nei trucchi per i più esperti, a partire da come prolungare la durata della batteria del telefono. La veste grafica è accattivante, ricca di illustrazioni.

Cerca di ampliare il raggio d’azione a un’analisi dell’impatto sociale e culturale del gioco «Pokemon Go Mania» (ebook, Libromania) di Gabriele Niola, gamer e critico cinematografico, e si concentra soprattutto sulla novità dell’interazione tra reale e virtuale e sui possibili scenari che essa apre. A metà settembre è attesa anche la Guida non ufficiale a Pokemon Go di Cara Cooperman, autrice americana già nota per una serie di libri su un altro fenomeno Minecraft, gioco di creazione di mondi usato oggi anche nella didattica scolastica. 

Sa. Pe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA