Giorni di apprensione per una famiglia Ritrovato ragazzino di 15 anni a Brembate

Giorni di apprensione per una famiglia
Ritrovato ragazzino di 15 anni a Brembate

Mancava da casa da martedì 9 luglio: le ricerche con il Nucleo cinofilo. Poi la bella notizia nella notte tra mercoledì 10 e giovedì 11.

Ore di apprensione a Brembate Sopra per un ragazzino quindicenne di origine senegalese che da martedì 9 luglio, in serata, non ha fatto rientro a casa. I genitori hanno presentato denuncia ai carabinieri di Ponte San Pietro. Il ragazzo abita con la famiglia in via Piazzolo, nel centro storico brembatese.

L’amministrazione comunale ha mobilitato la Protezione civile e la polizia locale, mettendo a disposizione delle forze impegnate nelle ricerche l’ex colonia elioterapica situata in riva al Brembo. Come prevedono i protocolli per la ricerca di persone scomparse, i vigili del fuoco di Bergamo hanno allestito l’Ucl (Unità di crisi locale) con la sala operativa. In campo una trentina di persone: uomini del Saf (Speleo alpino fluviale), carabinieri di Ponte San Pietro e i volontari della Protezione civile di Brembate Sopra, seguendo le indicazioni dei responsabili dell’Ucl, per tutto il giorno di mercoledì 10 luglio hanno perlustrato tutta la zona boschiva, gli argini e il fiume Brembo dalla zona cave sino al ponte di Briolo in cerca del ragazzino. È intervenuto anche il nucleo cinofilo di Endine, ma il ragazzino a ieri sera non era stato trovato.

Poi finalmente intorno all’una di giovedì 11 luglio la notizia che tutti aspettavamo: il ragazzino è stato ritrovato e sta bene.


© RIPRODUZIONE RISERVATA