Rubano borsa ad anziano Catturati 4 giovani sinti
Il materiale recuperato dai Carabinieri

Rubano borsa ad anziano
Catturati 4 giovani sinti

È successo a Chignolo: i due maggiorenni sono stati arrestati. Non si esclude che possano essere gli autori di altri analoghi colpi.

Arrestati in flagranza di reato due maggiorenni e denunciati in stato di libertà altri due minorenni: questo è il primo bilancio dell’operazione condotta nel pomeriggio di lunedì dai Carabinieri della Compagnia di Treviglio dopo il furto perpetrato ai danni di un 70enne di Chignolo d’Isola. I quatto, a bordo di un’utilitaria sequestrata successivamente dai militari dell’Arma hanno asportato con destrezza una borsa all’anziana vittima. Dopo il furto, è stata la chiamata al 112 a dare il via alle ricerche del quartetto, costituito da sinti residenti nella provincia di Milano: si tratta di una 25enne, un 18enne, un 17enne ed un 15enne, tutti con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio.

A Capriate San Gervasio, una «gazzella» del Nucleo Radiomobile di Treviglio ha intercettato il gruppo recuperando così la refurtiva: denaro contante, documenti personali e tessere bancomat. Gli investigatori stanno anche verificando l’avvenuto indebito prelievo presumibilmente fatto ad uno sportello bancomat della zona. A bordo del veicolo i Carabinieri hanno altresì rinvenuto grimaldelli vari (piede di porco, punte di trapano, forbici da elettricista, ecc.), posti sotto sequestro.

Dopo la cattura, i quattro sono stati accompagnati in Caserma a Treviglio. I maggiorenni, arrestati per concorso di persone in furto pluriaggravato sono in attesa dell’udienza di convalida prevista. I due minorenni, dopo la contestazione a piede libero, sono stati invece riaffidati ai familiari, in attesa appunto delle determinazioni del tribunale minorile. Il modus operandi attuato dai quattro è compatibile con altri analoghi episodi verificatisi nei giorni scorsi sia nella Bergamasca che nel Milanese, sempre in danno di persone anziane, alcuni dei quali sfociati in rapine improprie. Non si esclude che possano essere gli stessi autori: le indagini prsoeguono.


© RIPRODUZIONE RISERVATA