Mercoledì 26 Settembre 2012

Cancro al seno
750 visite gratuite

Il tumore al seno resta il big killer per il genere femminile. La sua incidenza è in costante crescita, in Italia ogni anno si ammalano più di 40 mila donne. Un incremento dovuto all'allungamento dell'età media della popolazione femminile e all'aumento dei fattori di rischio. Madrina dell'iniziativa, Cristina Chiabotto.

Occorre sottolineare che sta cambiando anche l'età in cui la malattia si manifesta: il 30% circa prima dei 50 anni, fuori quindi dall'età prevista dai programmi di screening mammografico. Un ulteriore motivo per sensibilizzare tutte le donne alla cultura della prevenzione e renderle sempre più protagoniste della tutela della propria salute.

“Negli ultimi anni la mortalità per cancro alla mammella è in costante diminuzione - afferma il prof. Francesco Schittulli, senologo-chirurgo oncologo e Presidente nazionale della LILT - Le nuove tecnologie diagnostiche di imaging, sempre più precise e sofisticate ci consentono oggi di individuare lesioni in fase iniziale, quando il grado di malignità, l'indice di aggressività è basso ed il processo di metastizzazione è pressoché nullo. Se noi scopriamo un cancro sotto il centimetro la probabilità di guarire è di oltre il 90% e possiamo inoltre eseguire interventi conservativi che non provocano danni estetici alla donna, a beneficio della sua femminilità”.

Risultati impensabili solo 20 anni fa quando ancora il cancro al seno era considerata una malattia “incurabile” e solo il 30-35% delle pazienti guariva.

Anche quest'anno a Bergamo tutte le Strutture Sanitarie pubbliche e private convenzionate della Provincia daranno il loro contributo di visite senologiche gratuite per sensibilizzare le donne, soprattutto quelle giovani, non ricomprese nello screening regionale, ad avere cura e attenzione per il proprio corpo.

Dal 1° ottobre al 15 ottobre - telefonando allo 035.242.117 o scrivendo una email a [email protected] - sarà possibile prenotare una delle 750 visite senologiche gratuite inserite nel programma di Lilt.


Come negli anni precedenti il Comune di Bergamo ha patrocinato l'iniziativa, confermando l'impegno dell'Amministrazione nella tutela della salute delle donne e concedendo l'illuminazione “rosa” di Porta S. Giacomo. Al Sindaco e alla Giunta la gratitudine di LILT Onlus.

Il Gruppo “Cuore di Donna”, associazione fondata dalla sig.ra Myriam Pesenti, che aggrega donne che hanno vissuto l'esperienza del tumore al seno, ha promosso una raccolta fondi durante la manifestazione “Val Cavallina in rosa”, svoltasi all'inizio di settembre e ha donato alla LILT Onlus oltre € 4.000,00: questo contributo servirà a assicurare e potenziare le visite senologiche per tutto il 2013 in quel territorio.

Un sentito ringraziamento a tutti i responsabili delle strutture che collaborano a questa iniziativa, agli Specialisti LILT, alle volontarie del gruppo “Cuore di Donna” e una raccomandazione: le visite non possono soddisfare tutte le richieste, ma è importante che le donne che non troveranno posto si rivolgano al medico di famiglia per effettuare un primo controllo.

a.ceresoli

© riproduzione riservata