Chirurgia con il laser per i difetti di vista

Chirurgia con il laser
per i difetti di vista

Difetti della vista che possono essere corretti in pochi secondi senza problemi, dimenticarsi per sempre di occhiali e lenti a contatto, poter vedere finalmente tutto quello che ci circonda in modo chiaro e distinto: oggi la tecnologia in campo oculistico consente di ottenere risultati sorprendenti e poter tornare a vedere chiaramente il mondo che ci circonda è un traguardo che finalmente si può raggiungere in modo facile e veloce.

Il dr. Giovanni Fumagalli, responsabile del servizio di Oculistica del Gruppo Habilita, spiega in che cosa consiste la chirurgia che permette di correggere i difetti della vista. «La chirurgia refrattiva con laser a eccimeri è una branca dell’oculistica che si propone di correggere i difetti visivi legati a miopia, ipermetropia e astigmatismo. Tutto ciò avviene attraverso l’utilizzo di uno strumento ad alta precisione: un laser a eccimeri. La tecnica che viene utilizzata è una tecnica prettamente di superficie parachirurgica. Ciò vuol dire che noi usiamo esclusivamente il laser per correggere il difetto visivo».

L’intervento a cui si sottopone un paziente che vuole recuperare la propria vista è veloce e indolore. «L’intervento con il laser d eccimeri è estremamente semplice. Il paziente deve semplicemente sdraiarsi sul lettino operatorio con il viso sotto il microscopio, gli viene posizionata una mollettina (blefarostato) per tenere aperto l’occhio, e deve quindi fissare una luce rossa. A questo punto il chirurgo, dopo aver verificato che sia tutto a posto, inizia a lavorare con il laser e, nel giro di 30 secondi, l’intervento si conclude. Si tratta di un’operazione completamente indolore per il paziente. Saranno poi necessari circa quattro giorni di convalescenza perché, nonostante il laser abbia lavorato velocemente e solo sulla superficie dell’occhio, possiamo paragonarla ad una piccola scottatura da ultravioletti: è normale che per qualche giorno si percepisca un leggero fastidio. Comunque una volta trascorso questo breve periodo il paziente è libero di riprendere le proprie attività di lavoro e di svago».

Sono numerosi i vantaggi che si ottengono dal sottoporsi a questo intervento di chirurgia con laser a eccimeri. «Il primo vantaggio che si ottiene è quello di eliminare una volta per tutte il difetto visivo e di recuperare una totale libertà nella vita privata e in quella lavorativa. Inoltre, da circa 12 anni a questa parte, con i laser customizzati, vale a dire personalizzati come quello che abbiamo noi in dotazione, è possibile anche recuperare una migliore qualità visiva. Ciò vuol dire non solo vedere bene e a fuoco, ma con maggior luminosità, maggior contrasto del colore: si tratta quindi di un intervento funzionale. Non si tratta quindi di un intervento estetico o solo che permette di ottenere una maggiore libertà o comodità, ma è un vero e proprio intervento medico per migliorare la qualità visiva della persona».

Ma cosa succede dopo essersi sottoposti all’intervento? «Dopo l’intervento si effettuano cure con colliri per raggiungere la massima precisione del risultato. Qualità e quantità della visione sono entrambe importantissime. Per tre mesi successivi all’intervento sottoponiamo i pazienti a visite sia oculistiche che diagnostiche (una volta al mese) per modulare in modo ottimale la guarigione. Poi prevediamo un controllo dopo 6 mesi e un anno per valutare il pieno successo della correzione. In conclusione l’intervento di correzione del proprio difetto visivo, se motivato dal desiderio di liberarsi da occhiali o lenti a contatto, può oggi essere affrontato con la serenità di un rischio remoto per la semplicità del trattamento e la garanzia di massima precisione. Naturalmente è importante rivolgersi a Centri dedicati come il nostro e in cui operi un medico che si occupa solo di questa attività e un esperienza assodata».

© RIPRODUZIONE RISERVATA