Martedì 01 Aprile 2014

Usa, in arrivo le «non statine»

Nelle sperimentazioni cliniche hanno avuto successo e danno ora speranza che una nuova categoria di medicinali possa ridurre il colesterolo, anche in pazienti che non rispondono o non possono tollerare i farmaci a base di statine: i risultati di tre vasti studi sui nuovi prodotti della azienda Amgen a base «evolocumab» sono stati presentati alla conferenza del American College di cardiologia a Washington.

Le tre analisi condotte da Amgen hanno evidenziato che il colesterolo «cattivo» - il «LDL» - è sceso del 55-66% in più nei malati sotto evolocumab rispetto a chi prendeva altri farmaci anticolesterolo.

La Amgen ha annunciato che chiederà l’approvazione del prodotto alla Food and drug administration al più presto nonostante non vi siano ancora studi capaci di confermare un abbassamento, non solo dei livelli di colesterolo, ma della mortalità tra i pazienti che prendono il nuovo medicinale.

Nuove indagini per rispondere al quesito sono comunque già state avviate. (ANSA)

© riproduzione riservata