Sponsorizzato

Carrera Cup Italia, si accendono i motori della nuova Porsche 992 GT3 targata Bonaldi Motorsport

Prende il via a Imola la sedicesima edizione del campionato monomarca Porsche. Tante novità per il team bergamasco, che affida il volante della sua nuova vettura al pilota bellunese Andrea Fontana.

Carrera Cup Italia, si accendono i motori della nuova Porsche 992 GT3 targata Bonaldi Motorsport
Andrea Fontana

Primo fine settimana di gara e primo vero test in pista per la nuova Porsche 992 GT3 Cup targata Bonaldi Motorsport alla Carrera Cup Italia. A Imola prende il via nel weekend (sabato 7 e domenica 8 maggio) il campionato monomarca Porsche giunto quest’anno alla sedicesima edizione. Trentasette le vetture (per 17 team) schierate sulla griglia di partenza dell’autodromo romagnolo, per inaugurare una stagione che già si preannuncia ricca di novità.

Sono tante quelle che vedono protagonista il team bergamasco di Bonaldi Motorsport, il reparto corse del Gruppo Bonaldi, che nel trentesimo anniversario della sua fondazione ha scelto di affidare il volante della sua nuova vettura ad Andrea Fontana, pilota bellunese di 25 anni, pronto a rientrare nella serie monomarca di Stoccarda con il numero 9, dopo una lunga parentesi in Gran Turismo, dove ha corso per Lamborghini, Porsche, Ferrari, Audi e Bmw.

Auto nuova e nuovo pilota, giovane ma con una grande esperienza alle spalle: Fontana è stato campione del mondo nel 2016, a soli 19 anni, nel Lamborghini Supertrofeo PRO-AM e, nello stesso anno, campione Formula 2 Italian Trophy con monoposto Formula 3. Gli ingredienti per un’annata da trascorrere sempre tra le prime posizioni ci sono tutti. «Sarà un campionato tosto, avvincente – spiega Andrea Fontana alla vigilia della partenza per il primo weekend di corsa – la difficoltà maggiore sarà quella di sfruttare al meglio la potenzialità della nuova vettura. Nelle prime gare dovremo recuperare un po’ il feeling con la macchina, ma siamo pronti».

Altra grande novità di quest’anno è la mancanza dell’Abs, che costringerà i piloti a rivedere almeno in parte il loro stile di guida: «Non si potrà essere troppo aggressivi sul freno – spiega Fontana – altrimenti si rischia il bloccaggio, che potrebbe penalizzare la performance di tutta la gara. Oltretutto il numero di gomme è limitato, sarà quindi importante preservare gli pneumatici per tutto il weekend».

Il debutto porta con sé una grande attesa e grandi aspettative: «Il nostro obiettivo è quello di fare un’ottima figura come l’anno scorso – dice Silvano Lanzi, direttore del Centro Porsche Bergamo – vogliamo essere sempre lì davanti e giocarcela con tutti fino all’ultima gara. Esserci in questo momento è doppiamente importante e non volevano mancare. Noi ci siamo e siamo carichi, è un campionato bellissimo, presente in tutto il mondo e anche questo è un motivo di stimolo e d’orgoglio».

«Anche quest’anno Bonaldi, con il centro Porsche Bergamo, è pronta per iniziare una nuova stagione – ha detto il direttore generale Gianmaria Berzigacome sempre c’è grande attesa per questo inizio e soprattutto tanto entusiasmo da parte di tutto il team». Alti, anzi, altissimi gli obiettivi: «È vero, il nostro è quello di puntare il più in alto possibile mantenendo alta l’immagine della squadra. Non potevamo mancare a questo appuntamento e siamo ben felici di partecipare al campionato».

Dicevamo delle novità in pista, ma ce ne sono tante anche all’interno delle vetture. Ancora più sicura, evoluta e ottimizzata, la nuova Porsche è all’esordio nella serie tricolore, rappresentandone la novità più attesa e spettacolare. Si tratta della settima generazione della vettura monomarca, che dal 1990 è la più venduta al mondo (ne sono stati prodotti oltre 4200 esemplari): «Il nuovo modello 992 è diverso rispetto al 991, sia per dimensioni che per prestazioni, ma soprattutto per concetto – ha detto Marco Bielli, team manager di Bonaldi Motorsport – è una macchina sulla quale, per esempio, è stata spinta all’estremo la parte relativa alle sospensioni, che nella vettura precedente erano di concezione un po’ datata. È stata utilizzata una sospensione anteriore più tradizionale con doppio wishbone, una sospensione posteriore multilink, e sono stati aumentai i carichi aerodinamici della vettura, aumentando di parecchio i sistemi di sicurezza per adeguare la vettura alle ultime normative della Federazione internazionale (Fia)».

Anche l’impianto frenante costituisce una novità assoluta, con l’entrata in campo di Brembo, che ha preso il posto di Pfc. Ma la novità più rilevante è il fatto che quest’anno la Carrera Cup si è allineata al resto dei campionati europei e a quello internazionale di Carrera Super Cup, per cui i piloti dovranno fare a meno dell’Abs: «Sarà questa la vera chiave di volta per i piloti, e la parte più difficile da gestire in gara – ha aggiunto Bielli – sono state aumentate anche le dimensioni delle gomme, quindi la nuova macchina è sicuramente più performante in curva, anche se leggermente più lenta in rettilineo, nonostante i 20 cavalli in più rispetto all’anno scorso. Quest’anno saranno 510 a 8400 giri, ma con il maggior carico aerodinamico ci sarà chiaramente una minore facilità all’avanzamento. Le velocità di punta si abbasseranno a favore di una stabilità maggiore in curva. La differenza la faranno i piloti che sapranno meglio adattarsi alla mancanza dell’Abs».

Migliorie sono state apportate anche all’interno dell’abitacolo, dove spiccano elementi di nuova ergonomia, come il rinnovato sedile da corsa, display e pannello comandi che ricordano quelli introdotti sulla Porsche 919 Hybrid pluri-vincitrice alla 24 Ore di Le Mans. In generale, la tecnologia è spinta ai livelli più alti, mentre il motore della 992 GT3 Cup è identico a quello dell’anno scorso, il classico 6 cilindri boxer da 4 litri, che dai 485 precedenti innalza a 510 cavalli la potenza massima. Il cambio è sequenziale a 6 rapporti, come il precedente ma ulteriormente ottimizzato: è più rapido nei cambi di marcia e garantisce minori rischi di danni in caso di errori di cambiata.

Le nuove Cup si sfideranno nei migliori circuiti nazionali e internazionali, con una tappa obbligata nel circuito di casa, il Porsche Experience Center Franciacorta. Sei gli appuntamenti stagionali: dopo quello inaugurale di questa settimana, appuntamento il 4 e 5 giugno a Misano, il 16 e 17 luglio al Mugello, il 17 e 18 settembre a Vallelunga, l’8 e 9 ottobre a Monza e il 22 e 23 ottobre ancora al Mugello per il gran finale di stagione.

Sito Centro Porsche Bergamo

© RIPRODUZIONE RISERVATA