«Mother», la lampada di Steven Cavagna

«Mother», la lampada
di Steven Cavagna

Arte e design per una lampada dal nome più noto al mondo: «Madre».

In questo caso però si dice in inglese «Mother» ed è la lampada di Steven Cavagna, pittore, scultore e designer bergamasco, protagonista dell’appena terminato Salone del Mobile di Bergamo dove ha organizzato una speciale performance live pensata per Archeo, azienda di Dalmine specializzata nella vendita, progettazione e posa in opera di pavimentazioni, parquet, ceramiche e arredi per il bagno e ristrutturazione di immobili.

Domenica 23 novembre, in Fiera, l’artista ha dato vita a una creazione, trasformando la lampada retroilluminata in cartongesso creata da Archeo in una tavolozza dai significati dolci e intensi collegati alla dolcezza del grembo, disegnato, con forme sinuose e avvolgenti, come un percorso lungo una vita.

La lampada ideata da Archeo e personalizzata da Cavagna, che ora è diventata una limited edition. Da sempre Cavagna si distingue per la capacità di scomporre il reale in piani immaginari, stimolando sensazioni spesso sopite nell’animo di chi guarda. L’artista, classe 1974, dopo un’esperienza da grafico pubblicitario, ha aperto il proprio atelier a Vertova per raccontare se stesso e le proprie creazioni in totale libertà.


© RIPRODUZIONE RISERVATA