«Addio Milano, si va in Valle Brembana ad acchiappare turisti con un ostello»

«Addio Milano, si va in Valle Brembana
ad acchiappare turisti con un ostello»

Lui ormai ex manager dell’Ibm, lei manager (ora in maternità) a Glovo, società spagnola di consegne. D’ora in poi saranno «manager» del turismo, in Val Brembana.

Hanno lasciato Milano per Piazza Brembana, dove hanno preso casa, ma soprattutto per Camerata Cornello. Qui, da settimana prossima, Fabrizio Siviero, 34 anni, e la moglie Marzia Di Gennaro, 35, con il piccolo Giulio di tre anni (e Zeno in arrivo), riapriranno l’Ostello del Comune (40 posti letto, anche con camere per gruppi, 120 coperti, bar e sala polivalente), attività ferma da alcuni mesi dopo la rinuncia degli ultimi gestori. «Abbiamo viaggiato tanto - scrivono anche nel progetto con cui a luglio hanno vinto il bando - ma la Valle Brembana ci è rimasta nel cuore. Tanto che nel 2013 ci siamo sposati a Mezzoldo».

Un anno fa Fabrizio è costretto a letto per un incidente. Da lì l’idea di cambiare completamente vita: addio ufficio, addio città e vita frenetica. Con Marzia cerca prima a Cassiglio, poi si imbatte quasi per caso nell’Ostello dei Tasso di Camerata . Il progetto vince il bando comunale per la gestione di otto anni e da settimana prossima si parte. Cambierà il nome, «per dare un segno di discontinuità col passato», dicono: si chiamerà «Ostello Brembo» ( www.ostellobrembo.com) , pur mantenendo nel simbolo il tasso e il corno dello storico casato di di Cornello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA