Albino, i frigo restano senza corrente: mille dosi di vaccini «in quarantena»
Dosi in un firigorifero (Foto by Archivio)

Albino, i frigo restano senza corrente: mille dosi di vaccini «in quarantena»

L’incidente tra sabato 8 maggio e domenica notte all’hub gestito dalla coop dei medici di base. Mille dosi di Pfizer e Astrazeneca sigillate perché «potenzialmente compromesse». Sorlini: «Chiederemo alle aziende cosa possiamo fare».

Mille dosi di vaccini Pfizer e Astrazeneca «in quarantena», chiuse, sigillate, stoccate in frigorifero e non utilizzabili. La ragione? «Fiale potenzialmente compromesse». Succede ad Albino, all’hub vaccinale gestito dalla cooperativa di medici di famiglia Iml, Iniziativa medica lombarda. Nella notte fra sabato e domenica un calo di tensione lascia il frigorifero medicale collocato nell’auditorium comunale – sprovvisto di gruppo di continuità – senza corrente elettrica per diverse ore, certamente più di cinque. Secondo la ricostruzione fornita dalla stessa cooperativa, alle 23,44 di sabato il sistema di allerta collegato al frigorifero dell’hub invia l’sms che informa del guasto i tre tecnici individuati da Iml: il primo degli addetti ad accorgersi dell’allarme vede l’sms solo nel cuore della notte, quando ormai sono le 4 passate. Alle 5 i tecnici arrivano sul posto, tempo una mezz’ora e il frigorifero riparte. Ma i tempi - fondamentali per rispettare la catena del freddo richiesta dai due vaccini - sono borderline.

© RIPRODUZIONE RISERVATA