Assalto alla montagna nel fine settimana Migliaia sulla neve e fioccano le multe

Assalto alla montagna nel fine settimana
Migliaia sulla neve e fioccano le multe

Località sciistiche invase anche con gli impianti chiusi. «Più che a Ferragosto». A Colere 40 scialpinisti sanzionati sulle piste.

Il riassunto della giornata – splendida, baciata dal sole e con temperature in via di risalita – arriva già prima delle 16: provinciale 671 intasata fin da Clusone. Idem per la «gemella» brembana, la 470, ferma da Lenna. Pienone, valli prese d’assalto e le località immerse nella neve ancor più, con qualche coda in attesa di poter pranzare nei rifugi, ma mascherine o scaldacollo a coprirsi e rispetto delle regole anti-Covid.

Tutto tranquillo, quindi? Non proprio. Non almeno per la quarantina di scialpinisti multati ieri mattina a Colere. Questa volta i parcheggi selvaggi non c’entrano: il fatto contestato dai carabinieri forestali e dai militari della compagnia di Clusone, è la presenza del gruppo di scialpinisti sulla pista di discesa Polzone-Carbonera. Vietata per ragioni di sicurezza, recita l’articolo 5 della legge regionale numero 27 del 15 novembre 2004. Ma con gli impianti di risalita ora chiusi, gli stessi scialpinisti parlano di «paradosso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA