Colti sul fatto a Bonate Sotto I ladri raggirano la derubata
ladri furti in appartamenti di notte

Colti sul fatto a Bonate Sotto
I ladri raggirano la derubata

Ladri astuti colti quasi in flagrante riescono a raggirare la vittima fingendosi guardie e... ladri.

Un furto-comica quello compiuto nella tarda serata di domenica scorsa in una villetta nella zona di via XXV Aprile a Bonate Sotto. La derubata infatti è stata distolta dal «palo» con furbizia e alla fine gli ha aperto il cancello assieme ai due compari, accorgendosi solo dopo che tutti e tre erano complici. «Erano circa le 18,30 quando sono uscita di casa e mi sono diretta al locale lavanderia a prendere i vestiti – racconta la signora derubata –. Quando sono rientrata mi si è fatto incontro un uomo sui quarant’anni, piccolo, tarchiato e di corporatura robusta, che mi ha detto: “È suo questo braccialetto?”. “Certo che è mio” gli ho risposto, “ma come ha fatto a entrare se il cancello era chiuso?”. “Non era chiuso” mi ha risposto.

Io ho insistito ma lui ha continuato con la sua versione, aggiungendo che in casa mia c’era un ladro e che lui e il suo amico l’avevano preso, per questo mi stava mostrando il braccialetto. Dopo aver detto queste parole due giovani sono sbucati da dietro un albero: uno indossava una sciarpa che gli nascondeva il volto e l’altro aveva un cappuccio da dove spuntavano solo i buchi degli occhi e della bocca. L’uomo cicciottello mi ha detto che il giovane col cappuccio era il ladro e che loro due l’avevano appena catturato, recuperando la refurtiva. Allora li ho inviati a uscire da casa mia e a tenere il ladro bloccato, mentre io sarei rientrata a chiamare i carabinieri».

© RIPRODUZIONE RISERVATA