L’epidemia avanza a passo lento Nella Bergamasca +1.769 casi in 7 giorni
Tamponi (Foto by Ansa)

L’epidemia avanza a passo lento
Nella Bergamasca +1.769 casi in 7 giorni

Coronavirus, contagi nei Comuni bergamaschi. La settimana precedente erano stati 1.609 i nuovi casi.

Nessuna grande falcata. Nemmeno nell’ultima settimana. L’epidemia avanza, ma a passo lento: la Bergamasca si conferma una delle province lombarde più resistenti a questa seconda ondata di Covid-19, e i dati che emergono dall’analisi settimanale lo confermano. Negli ultimi sette giorni a Bergamo città e provincia +1.769 casi: significa passare dai 19.336 positivi accertati il 5 novembre, ai 21.105 registrati ieri. Con una postilla: i dati s’intendono sempre da inizio epidemia - la Bergamasca ha contato, a ieri, 21.105 positivi da febbraio - e fotografano i soli casi ufficiali, con tampone positivo. Del sommerso, non dicono nulla. Si diceva della variazione settimanale: se la si confronta con quella emersa nei sette giorni precedenti, s’intuisce come il virus avanzi, ma senza accelerazioni. Il confronto: +1.609 nuovi casi fra il 29 ottobre e il 5 novembre contro +1.769 nuovi casi fra il 5 e il 12 novembre. Insomma, numeri in crescita, ma si tratta di una crescita fortemente contenuta. E per far capire quanto lo sia, contenuta, basta un solo termine di paragone, immediato: ieri Varese è cresciuta di 1.160 casi, in sole 24 ore. Niente a che vedere con l’avanzata, lenta, del virus nella Bergamasca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA