Nuova impresa del nonno runner, a 79 anni «conquista» l’Everest a Sedrina

Nuova impresa del nonno runner, a 79 anni «conquista» l’Everest a Sedrina

Battista Marchesi ha concluso l’«Everestingchallenge» scalando con 18 giri da casa all’agriturismo Prati Parini gli 8.849 metri, altezza del tetto del mondo. In 26 ore.

Altra impresa record per Battista Marchesi, il nonno runner di Sedrina, che nel weekend ha portato a termine l’«Everestingchallenge», scalando, tramite 18 giri andata e ritorno da casa sua all’agriturismo Prati Parini, gli 8.849 metri dell’altezza dell’Everest in compagnia di Daniele Bonzi, trentatreenne alpinista di San Giovanni Bianco.

«L’idea - racconta Marchesi - è nata con il mio amico Daniele l’anno scorso, quando abbiamo dovuto abbandonare il progetto di salire sul monte Bianco partendo da Sedrina a causa della pandemia. Abbiamo però deciso di fare comunque un’impresa insieme e abbiamo studiato la scalata sull’Everest a Sedrina. Siamo partiti sabato mattina all’alba, esattamente alle 6. Da casa mia ai Prati Parini ci sono 500 metri di dislivello positivo in salita (con una media di pendenza del 25%, che in certi tratti raggiunge anche il 40%) e un giro, andata e ritorno, è lungo 4.200 metri. Quindi abbiamo dovuto compiere 18 giri completi per completare l’impresa».

© RIPRODUZIONE RISERVATA