Ricoveri  in Bergamasca:  +98 a febbraio Contagi,  Valgoglio da oggi in zona rossa
L’ospedale «Papa Giovanni» (Foto by Archivio)

Ricoveri in Bergamasca: +98 a febbraio
Contagi, Valgoglio da oggi in zona rossa

Cresce la pressione ospedaliera nella Bergamasca: dai 185 pazienti Covid ricoverati negli ospedali il 1° febbraio ai 283 di sabato 27. Al «Papa Giovanni» il primo paziente con la variante brasiliana. Caso Valgoglio, Fontana ha firmato l’ordinanza: il piccolo paese seriano è in fascia rossa da oggi alle 18 fino al 7 marzo. Il sindaco Bosatelli: lo screening sulla popolazione sarà a carico della Regione.

Cresce la pressione ospedaliera nella Bergamasca: sono 98 i ricoverati Covid in più in un solo mese. Il 1° febbraio erano infatti 185 i pazienti Covid ricoverati negli ospedali bergamaschi, di cui 25 in Terapia intensiva. Ieri, sabato 27 febbraio, si contavano invece 283 degenti, di cui 36 in Rianimazione. Un’impennata di contagi a febbraio e, subito dopo, di ricoveri. Quasi un assioma, che anche nella Bergamasca si è tradotto nelle ultime settimane in una pressione costante sulle strutture ospedaliere, riflesso più o meno diretto degli oltre 4 mila contagiati in più registrati in un mese nel territorio orobico, lì dove la recrudescenza della seconda ondata della pandemia aveva fatto sentire i suoi effetti nel mese di novembre con 408 ricoverati in più, passando dai 281 degenti del 1° novembre (di cui 20 in Terapia intensiva) ai 689 del 30 novembre (80 in Rianimazione). Poi la discesa, favorita anche dalle restrizioni sul territorio regionale e le sfumature tra i colori rosso e arancione. A dicembre infatti si sono registrati 397 ricoverati in meno tra Bergamo e provincia, un calo che si è ridotto a gennaio, ma pur sempre un saldo negativo di 52 pazienti ricoverati. Il picco di ricoveri invece si era registrato nella seconda metà di novembre con gli 806 ospedalizzati nella Bergamasca (713 ordinari e 96 in area critica).

© RIPRODUZIONE RISERVATA