Sassi lanciati sulla superstrada: colpita l’auto di una coppia con bimbo di 3 mesi
I danni del sasso finito su un auto nei pressi della galleria di Montenegrone

Sassi lanciati sulla superstrada: colpita
l’auto di una coppia con bimbo di 3 mesi

Danni al parabrezza e paura all’altezza della galleria di Montenegrone. La donna: strage sfiorata. Un altro episodio sullo svincolo di Nembro. Mesi fa individuati alcuni ragazzini.

Sassi lanciati contro le auto in transito. Due nel giro di pochi giorni e più o meno nello stesso tratto, tra lo svincolo di Nembro della superstrada della Valle Seriana e la galleria di Montenegrone. Domenica pomeriggio l’Audi di una coppia, su cui c’era anche il figlioletto di tre mesi, è stata centrata sul parabrezza. Nessun ferito, ma molta paura e sconcerto. L’auto viaggiava in direzione Seriate, il conducente e la compagna non hanno notato nessuno. La pietra potrebbe essere stata lanciata dall’area che costeggia la carreggiata, che in quel tratto - siamo nel territorio di Scanzorosciate - corre in trincea. È stata la stessa donna, E. Z., a raccontare l’episodio sulla sua pagina Facebook.

«Domenica pomeriggio come tante - scrive -. Decidiamo di fare un giro in allegria con il nostro amato bimbo. Gli do il latte, lo cambio, raccolgo e preparo le sue cose con gioia perché non si sa mai se si sporca. Ci prepariamo per andare. Siamo in auto che chiacchieriamo, ma qualche pezzo di m... ha avuto la bella idea di lanciare un sasso grosso come un pompelmo dal cavalcavia uscendo dalla galleria Montenegrone. Chiunque tu sia sappi che non è successo nulla per miracolo, ma che in auto eravamo in tre, di cui uno un neonato di neanche tre mesi. Ci vuole tanta cattiveria e stupidità per fare una cosa del genere. Grazie a Dio è stata evitata la strage». Le telecamere su quel tratto sono installate solo all’interno della galleria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA