Sci, linee guida anti Covid al palo Rischio nuovo rinvio per le seggiovie

Sci, linee guida anti Covid al palo
Rischio nuovo rinvio per le seggiovie

Dal Cts, dopo un mese, manca l’ok al protocollo anti Covid. Ipotesi partenza dal 20 e non più il 7 gennaio. I gestori: ora chiediamo di lavorare per sopravvivere.

Impianti di risalita per lo sci aperti dal 7 gennaio, nel rispetto delle linee guida anti Covid approvate dal Comitato tecnico scientifico.

Così recita l’ultimo Dpcm. All’avvio della stagione sciistica mancano quindi due settimane ma in realtà l’incertezza su quella data sembra l’unica certezza. «Perché il protocollo approvato dalla Conferenza Stato-Regioni è a Roma da un mese ma il Comitato tecnico scientifico non si è ancora espresso – spiega Massimo Fossati, presidente degli impiantisti lombardi e amministratore del comprensorio Valtorta-Piani di Bobbio –. Gli impiantisti sono tutti pronti, nel giro di 24 ore sono in grado di aprire e avviare la stagione dello sci in sicurezza, ma da Roma non arrivano, purtroppo, segnali positivi. O il protocollo viene approvato in questi giorni o rischiamo veramente di rinviare di nuovo tutto. Perché se ci sarà qualcosa da modificare bisognerà tornare al tavolo Stato-Regioni che non si riunirà prima di metà gennaio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA