Trasporti, sondaggio tra gli studenti  «I bus extraurbani ancora affollati»

Trasporti, sondaggio tra gli studenti
«I bus extraurbani ancora affollati»

L’indagine del comitato ha coinvolto 900 studenti. Criticità per il Turoldo, il Natta, Il Fantoni e il Betty Ambiveri. Salerno (Sab): «Con l’orario definitivo andrà meglio».

Le segnalazioni raccolte dal Comitato «Vado a scuola sicuro» nei primi dieci giorni di scuola evidenziano ancora molte difficoltà sul fronte trasporto: più di 900 ragazzi hanno compilato i moduli messi a disposizione, on line, per monitorare la situazione del trasporto bergamasco. Il quadro che emerge racconta di tanti autobus ancora sovraffollati (154 segnalazioni complessive), di autobus troppo carichi per potervi salire (135), di mancanza di mezzi da utilizzare all’uscita da scuola (107) e di ingressi a scuola perennemente in ritardo (98) o sempre con più di mezz’ora di anticipo (77). Gli studenti che evidenziano più disagi sono quelli che frequentano il Turoldo di Zogno (14,1% delle segnalazioni), seguiti dai ragazzi del Natta di Bergamo (8,8%), del Fantoni di Clusone (8,6%), del Betty Ambiveri di Presezzo (6,7%) e del Cantoni di Treviglio (4,4%). I problemi riguardano tanto l’andata quanto il ritorno da scuola. «Si tratta di un primo report – spiega Marilisa Zappella, presidente del CoorCoGe – che riguarda le oltre 900 segnalazioni che il comitato “Vado a scuola sicuro” ha raccolto nei primi dieci giorni di scuola.

Le tipologie di disagio segnalato sono le più diverse tra loro. Quella che mi colpisce tra le altre è la significativa percentuale di segnalazioni di affollamento dei mezzi: con il periodo in cui ci troviamo è sicuramente un dato assurdo, perché con gli orari scaglionati si sperava potesse essere un problema risolto. Ci sono diverse segnalazioni anche di pullman che passano e non caricano perché pieni e quindi non si riesce a salire». Il monitoraggio del Comitato non si ferma alle prime settimane di scuola. «Continueremo a raccogliere le segnalazioni – aggiunge Zappella – almeno per altri 15 giorni. Sicuramente in questo momento è più difficile valutare dove sono i problemi: in gran parte gli orari delle scuole sono ancora provvisori, soprattutto per le uscite. Ma speriamo che qualche aggiustamento possa essere fatto, anche perché ci sono davvero tante segnalazioni che riguardano la difficoltà nel trovare le coincidenze: tanti ragazzi arrivano a scuola molto presto e tornano a casa molto tardi. I problemi sono stati evidenziati un po’ ovunque.

© RIPRODUZIONE RISERVATA