Uccise il fratello per lo specchio rotto Rogno, condannato a 20 anni
Il luogo dell’omicidio, in via Roma a Rogno

Uccise il fratello per lo specchio rotto
Rogno, condannato a 20 anni

La sentenza. L’imputato: l’ho colpito con un solo pugno. La difesa chiedeva l’omicidio preterintenzionale. Ma il gip accoglie le richieste del pm: delitto volontario.

Ha sempre ribadito di aver colpito il fratello Hicham dopo che quest’ultimo gli aveva rotto lo specchio dell’armadio e di averlo fatto con un solo pugno. Per questo il difensore, l’avvocato aria Grazia Capitanio, chiedeva la derubricazione del reato in omicidio preterintenzionale. Il gup Federica Gaudino ieri ha però accolto la richiesta del pm Antonio Pansa e ha condannato in abbreviato Mohamed Mouhal a 20 anni di carcere per omicidio volontario. L’episodio era accaduto l’ottobre scorso nell’appartamento dove vivevano i due fratelli al terzo piano di una palazzina in via Roma 19 a Rogno. L’abitazione era quella di Mohamed, 37 anni, ma da qualche giorno c’era andato a vivere anche Hicham, 34 anni. La sera di martedì 22 ottobre tra i fratelli, di origine marocchina,entrambi alle prese con uan grave dipendenza da alcol e sostanze stupefacenti, era esplosa una lite. Divenuta sempre più furiosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA