Zogno, addio a monsignor Gabanelli Amava la montagna e la sua gente
Monsignor Giulio Gabanelli durante un incontro con i fedeli: parroco emerito, era molto legato al territorio

Zogno, addio a monsignor Gabanelli
Amava la montagna e la sua gente

Parroco emerito, si è spento a 97 anni: dal 1969 nel paese brembano. La passione per le vette iniziò a Castione, era anche cultore di storia e autore di libri sul dialetto e l’arte. Con la sua 500 trasportava anche i malati delle frazioni.

È stato un pastore instancabile, un vulcano di iniziative, ed era molto stimato dalla gente. Fra le sue passioni c’erano la montagna, la storia e il dialetto. Nelle prime ore di ieri mattina, si è spento nella sua casa, monsignor Giulio Gabanelli, parroco emerito di Zogno. Aveva 97 anni ed era il secondo prete più anziano della diocesi, dove era molto conosciuto. Era nato il 28 giugno 1923 a Fonteno. Frequentò le scuole medie a Mapello, vivendo nella casa del fratello don Pietro, per poi entrare in Seminario. Dopo l’ordinazione sacerdotale (3 giugno 1950) fu coadiutore parrocchiale di Castione della Presolana, dove è ricordato per lo zelo verso i giovani, molti dei quali costretti all’emigrazione e per loro istituì dei corsi di formazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA