Italia, l’importanza delle sfide di giugno da Wembley in poi

Mercoledì 1 giugno a Wembley c’è la Finalissima, un titolo intercontinentale per nazioni così denominato dalla Fifa, che opporrà la vincitrice di Euro 2020, la Nazionale azzurra, alla vincitrice della Coppa America, l’Argentina.

Italia, l’importanza delle sfide di giugno da Wembley in poi
Roberto Mancini
(Foto di Ansa)

La volata del campionato – per lo scudetto, per l’Europa e per la salvezza – ruba ovviamente la scena a qualsiasi altro evento calcistico, ma la stagione del football italiano non si chiuderà domenica 22 maggio né mercoledì 25 con la finale di Conference League a Tirana tra Roma e Feyenoord. Mercoledì 1 giugno a Wembley c’è la Finalissima, un titolo intercontinentale per nazioni così denominato dalla Fifa e che opporrà la vincitrice di Euro 2020, la Nazionale azzurra, alla vincitrice della Coppa America, l’Argentina. Già l’idea di tornare nello stadio londinese che due anni fa salutò il trionfo dell’Italia di Roberto Mancini è piuttosto suggestiva. Speriamo che porti fortuna. Il nostro commissario tecnico ci conta perché «è una bella sfida, la prima di una lunga serie e importante». Pertanto «sarebbe bello vincerla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA