Italia, tieniti stretto il ct Mancini e la sua idea di gioco

La seconda eliminazione di fila dell’Italia nelle qualificazioni per i Mondiali di calcio significa che, se fra quattro anni ce la faremo, la nostra Nazionale si riaffaccerà alla massima competizione calcistica del pianeta dopo un blackout di dodici anni.

Italia, tieniti stretto il ct Mancini e la sua idea di gioco

Un’enormità se allarghiamo lo sguardo alla storia azzurra. Una (o due, a seconda dell’unità di misura che si vuole usare) generazione privata di un confronto importante, fondamentale a livello di selezioni. Che potrebbe avere ricadute negative anche sul futuro del nostro calcio oppure – e questo pare inevitabile – innescare la ricostruzione (forse rifondazione è un po’ troppo). Proprio in questa prospettiva si è acceso il dibattito su chi debba guidare la riscossa. Evitando di entrare nel merito di interventi strutturali – dalla gestione e valorizzazione dei settori giovanili all’impiego dei talenti italiani nelle prime squadre – soffermiamoci sull’urgenza del momento, che, prima ancora del cammino verso il 2026, chiama a impostare il lavoro per l’Europeo del 2024.

© RIPRODUZIONE RISERVATA