Ravioli di borragine con tartufo di Bracca

Ravioli di borragine con tartufo di Bracca

Una ricetta (quasi) perfetta che esalta i profumi e i sapori del nostro territorio, realizzata per i lettori de L’Eco di Bergamo dagli studenti dell’Istituto Superiore San Pellegrino.

Il tartufo nero o tuber melanosporum è un fungo che cresce in modo spontaneo sotto terra in simbiosi con le radici di determinati alberi. Per crescere e svilupparsi ha bisogno di un clima e di un terreno idonei. Il tartufo - chiamato anche trifola - cresce anche a diversi centimetri di profondità. Per il suo ritrovamento è indispensabile un cane, addestrato alla cerca di tale fungo.

Il colore del tartufo nero, è un marrone molto scuro, tendente al nero e ricoperto da piccole verruche. La polpa all’interno varia di colore a seconda del tipo di tartufo e dal grado di maturazione dello stesso e va da un color beige chiaro ad un marrone scuro. La forma è molto irregolare e dipende dalla resistenza che incontra da parte del terreno durante le fasi della sua crescita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA