Gomez, è addio: da oggi è al Siviglia «Rifarei tutto, Bergamo è casa mia»
L’addio di Papu Gomez a Bergamo

Gomez, è addio: da oggi è al Siviglia
«Rifarei tutto, Bergamo è casa mia»

La trattativa col club andaluso è stata chiusa nella serata di lunedì 25 gennaio. «A volte le cose succedono, va come va. Farei tutto di nuovo, adesso l’Atalanta è nelle top d’Europa» ha detto prima di volare in Andalusia.

«A volte le cose succedono, va come va. Farei tutto di nuovo, adesso l’Atalanta è nelle top d’Europa». Sono le parole di Alejandro Gomez all’aeroporto di Bergamo prima di volare nella tarda mattinata di martedì 26 gennaio a Siviglia, sua nuova destinazione , ai microfoni di Sky Sport .«I tifosi mi mancheranno tanto, mi dispiace. Per me Bergamo è nel mio cuore, la mia città, casa mia: ci rivedremo presto, sicuramente», ha aggiunto. Riguardo ad Antonio e Luca Percassi, presidente e ad nerazzurri, poche parole: «Ho parlato con loro e sanno cosa penso, il mio sentimento e quanto voglio bene a tutti - ha chiuso -. Anche con Gasperini? Certo, certo».

Si chiude dunque un grande capitolo della storia dell’Atalanta. Ciò che era nell’aria è diventato certo ieri sera (lunedì 25 gennaio): i due club hanno sigillato il trasferimento di Alejandro Gomez. Atalanta e Siviglia hanno portato avanti per qualche giorno una trattativa di cui si era subito intuita la conclusione: la chiusura era nell’interesse di tutti. Si era partiti da una distanza tra domanda (10 milioni) e offerta (5), ma durante la contrattazione è stato facile arrivare alla fumata bianca: il Siviglia pagherà circa 7 milioni più bonus nelle casse nerazzurre e acquista l’ormai ex capitano nerazzurro a titolo definitivo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA